Aradori La Fortitudo punta sul suo bomber

Basket serie A2 Il ruolo di prima punta di Pietro sarà valorizzato dal lavoro che, sotto canestro, garantiranno Ogden e Freeman

di FILIPPO MAZZONI -
20 settembre 2023
Aradori La Fortitudo punta sul suo bomber
Aradori La Fortitudo punta sul suo bomber

Il cuore del popolo della Fortitudo. La fase di prelazione della campagna abbonamenti si è chiusa a quota 3.814 tessere sottoscritte, numeri decisamente impressionanti per una formazione di serie A, figuriamo per una società che partecipa alla serie A2.

Risultato inimmaginabile per la società di Stefano Tedeschi che ha avuto il grandissimo merito di riportare, in una piazza da sempre tra le più calde e passionali d’Italia, tanto entusiasmo dopo il passaggio di proprietà.

Una campagna abbonamenti per altro sempre aperta, visto che da ieri e fino a luned, è iniziata la libera vendita sia allo Store di via Riva Reno, sia online sul circuito Vivaticket. La conferma della grande passione è arrivata proprio dal numero di tessere sottoscritte, a conferma di come il pubblico biancoblù segua con grande passione Matteo Fantinelli e compagni. Oggi intanto la squadra sarà impegnata in amichevole alle 18 a Cremona in casa della Ferraroni Juvi, in un test per affinare condizione fisica e intesa della squadra. Finora le partite ufficiali hanno confermato come nello scacchiere di coach Attilio Caja sia decisivo un elemento come Pietro Aradori.

Per esperienza e qualità è un giocatore in grado di fare la differenza in questa serie A2 e in effetti se come a Piacenza riesce a giocare al pieno delle proprie possibilità diventa un fattore determinante per una Fortitudo che tolto lui e tolti gli stranieri al momento non ha tanti altri punti nelle mani.

La crescita di Conti, la conferma di Bolpin saranno importanti per dare valide alternative quando capiteranno giornate in cui, come domenica scorsa con Cento Aradori non trova con continuità la via del canestro. Prima dell’avvio della stagione Caja aveva detto di aspettarsi molto dall’ala bresciana, così come attendersi tanto da Deshawn Freeman e soprattutto da Mark Ogden.

Ovvio che la coppia americana, specie Ogden di solito grande catalizzatore di gioco e di tiri, deve essere quella che fa fare il salto di qualità a una Fortitudo che a prescindere dovrà pensare in primis a difendere e poi ad attaccare con efficacia, andando spesso e volentieri dalle proprie bocche da fuoco principali.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su