Nba, super Antetokounmpo e Curry trascinano Milwaukee e Golden State

Record per il numero 30 dei Dubs, che diventa il primo giocatore nella storia della Nba a segnare almeno quattro triple in ciascuna delle prime 13 partite di regular season disputate

di FRANCESCO BOCCHINI -
21 novembre 2023
Giannis Antetokounmpo in azione

Giannis Antetokounmpo in azione

Milano, 21 novembre 2023 - Un sontuoso Giannis Antetokounmpo spinge Milwaukee al successo ai danni di Washington. Nella notte Nba, il greco fa registrare una doppia doppia da 42 punti (tirando 20/23 dal campo) e 13 rimbalzi, a cui aggiunge pure 8 assist. Il tutto in 34 minuti di gioco. La superba prestazione del classe '94, assieme ai 22 punti di Damian Lillard, è decisiva per mandare al tappeto gli Wizards, sconfitti con il risultato di 142-129. Alla squadra di Danilo Gallinari (solo 4 punti per lui), incappata nell'ennesimo ko stagionale, non bastano i 30 punti di Jordan Poole e la doppia doppia da 22 punti e 13 assist di Kyle Kuzma

Curry da record 

Da un fenomeno come Giannis ad altro giocatore iconico della lega come Stephen Curry. Il numero 30 di Golden State diventa il primo giocatore nella storia della Nba a segnare almeno quattro triple in ciascuna delle prime 13 partite di regular season disputate. Sono cinque le bombe mandate a bersaglio contro gli Houston Rockets, che si arrendono per 121-116, nonostante la doppia doppia da 30 punti e 13 rimbalzi di Alperen Sengun. Sono 32 invece i punti messi a referto da Curry, ben coadiuvato da Klay Thompson, anch'egli autore di cinque canestri da 3, per un totale di 20 punti alla sirena finale, e da Chris Paul, che firma una doppia doppia da 15 punti e 12 assist. 

Gli altri risultati

Doppia doppia pure per Anthony Edwards, che con 23 punti e 10 rimbalzi spinge i Minnesota Timberwolves all'affermazione per 117-100 ai danni dei New York Knicks e al primo posto nella classifica della Western Conference. Successo anche per i campioni in carica dei Denver Nuggets, che hanno ragione per 107-103 dei Detroit Pistons. Questo nonostante le espulsioni nel primo tempo di coach Mike Malone e di Nikola Jokic. Cadono invece i Boston Celtics, annichiliti 121-118 dopo un tempo supplementare dagli Charlotte Hornets di un grande LaMelo Ball, che chiude a quota 36 punti, con anche 8 assist. E' invece Brandon Ingram a prendersi la scena in New Orleans-Sacramento. Se i Pelicans ottengono la vittoria per 129-93, il merito in buona parte è dell'ex Los Angeles Lakers, che timbra una prova da 31 punti. Completa il quadro dei risultati il successo per 124-99 dei Los Angeles Clippers contro i San Antonio Spurs

Continua a leggere tutte le notizie di sport su