Cox da favola, trionfo della V nera. Zanetti festeggia la Supercoppa

Basket A1 donne Finale emozionante deciso da una tripla di Lauren dopo il pareggio della corazzata Schio

di FILIPPO MAZZONI -
24 settembre 2023
Cox da favola, trionfo della V nera. Zanetti festeggia la Supercoppa

Cox da favola, trionfo della V nera. Zanetti festeggia la Supercoppa

SCHIO

65

VIRTUS BOLOGNA

70

FAMILA WUBER SCHIO: Verona 10, Guirantes 16, Penna, Keys 3, Reisingerova 15, Bestagno 9, Sottana 10, Crippa 2, Sivka ne, Mutterle ne, Chagas ne. All. Dikaioulakos.

SEGAFREDO BOLOGNA: Pasa 9, Dojkic 14, Zandalasini 11, Andrè 7, Cox 21, Del Pero, Peters 5, Barberis, Orsili 3, Consolini. All. Vincent.

Arbitri: Duri e Luccotti.

Note: parziali 19-21, 32-36, 51-53.

La Virtus batte Schio e conquista il primo storico trofeo. Al PalaCrisafulli di Pordenone, al termine di una finale bellissima, la formazione di Pierre Vincent supera la Famila e, davanti ad un visibilmente commosso patron Massimo Zanetti, centra la vittoria in Supercoppa.

L’eterno scontro tra Virtus e Schio questa volta arride alle bianconere che trovano nella lunga Lauren Cox il grimaldello per battere le rivali di sempre e mettono in bacheca un trofeo che conta tanto per la storia e che dimostra come la Virtus ha tutto per fare l’ultimo definitivo passo verso obiettivi ancor più importanti.

Parte meglio Schio che si porta avanti 8-1, poi pian piano la Virtus prende in mano il confronto sfruttando il tiro dalla lunga distanza con Zandalasini e Dojkic.

Dopo un primo quarto scoppiettante in attacco, le difese, con tattica e adattamenti riescono a rallentare punti e ritmi. Due triple di Cox a inizio di ripresa consentono alla Virtus di toccare il +8 sul 34-42. Schio si affida alle veterane. Il confronto è bellissimo, intenso. Schio si affida a Bestagno e rimette avanti la testa a inizio ultimo quarto, ma Dojkic, Cox e Pasa consentono alle bianconere di tornare ad allungare. Al 36’ bianconere avanti 58-63. La sfida è fatta di break e controbreak e si decide sul 65-65 nel finale. Cox, mvp della finale, prima infilando la tripla del +3 a 14’’ e poi sull’azione successiva stoppa Sottana. I liberi di Dojkic chiudono la sfida.

"Sono fortunato a essere stato chiamato da una società come la Virtus per me è un sogno – conferma il coach Pierre Vincent –. Sono contento del trofeo, volevamo dare un segnale ma siamo solo ad inizio stagione, puntiamo ancor più avanti, creando un gioco adatto alle caratteristiche di questa squadra. Un plauso va alle ragazze che hanno lavorato bene da inizio stagione, anche se sappiamo che dobbiamo migliorare tanto ancora".

Grande soddisfazione per l’mvp Lauren Cox 21 punti e 11 rimbalzi. "Sono contentissima, conoscevo la storia del team e sono molto felice per aver contribuito a conquistare questo storico trofeo. In campo abbiamo trovato la chimica giusto e così abbiamo conquistato questo il successo".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su