L’ora di Banchi Prende forma la nuova Virtus

Ieri il coach ha diretto per la prima volta i lavori, presenti anche gli azzurri. Il ct della Finlandia Tuovi in pole per il ruolo di vice

di MASSIMO SELLERI -
21 settembre 2023
L’ora di Banchi Prende forma la nuova Virtus

L’ora di Banchi Prende forma la nuova Virtus

Prende corpo la Virtus di Luca Banchi. Ieri per la prima volta il coach della Segafredo ha diretto i lavori della sua nuova squadra. Erano presenti anche Alessandro Pajola e Achille Polonara, che si sono aggregati al gruppo dopo le fatiche dei mondiali, mentre Ognjen Dobric ha assistito all’allenamento dei suoi compagni dalla cyclette, dovendo smaltire un infortunio alla caviglia destra che gli farà saltare l’appuntamento di sabato, quando a Brescia la V nera affronterà Milano nella prima semifinale di SuperCoppa. Anche senza l’esterno serbo questa compagine ha più equilibrio a quella passata e difficilmente Banchi abbandonerà la filosofia con cui Sergio Scariolo l’ha costruita.

L’idea è quella di avere più fisico da mettere al servizio della difesa per non avere l’ansia di far dipendere i propri risultati dalle percentuali di tiro che spesso sono direttamente correlate agli spazi che gli avversari ti concedono. Inoltre la presenza di Polonara tra i lunghi consente allo staff tecnico di non cercare sinergie particolari per assolvere al quorum dei sei atleti di formazione italiana richiesto alle formazioni che militano nel campionato italiano, e di mettere a referto sempre gruppi bilanciati. Avendo aggiunto all’esonero di Scariolo quello del suo vice Andrea Diana, la Virtus sta cercando anche un tecnico per completare il proprio staff. La scelta sarebbe caduta sul coach della nazionale finlandese Lassi Tuovi che ieri ha visionato dai gradoni della palestra Porelli tutto l’allenamento svolto dal capitano Marco Belinelli e dai suoi compagni. Pare vi siano, però, dei vincoli tra il finnico e la sua federazione che, al momento, impediscono alla V nera di ingaggiarlo. Vedremo se la situazione si sbloccherà nei prossimi giorni o se il club dovrà continuare la sua ricerca. Il nome di Tuovi rende comunque chiari i requisti che vengono richiesti agli eventuali nuovi candidati: una esperienza internazionale importante che aiuti Banchi soprattutto a preparare le gare di Eurolega, tenendo presente che in campionato la presenza di Alberto Seravalli, nonostante la giovane età del ferrarese, garantisce una conoscenza approfondita quando si parla della serie A italiana.

In questi primi allenamenti che non sono solo finalizzati all’impegno di sabato, la V nera dovrà anche valutare se Iffe Lundberg sarà in grado di inserirsi in un gruppo che è stato costruito non prevedendo la sua presenza. Il nuovo coach virtussino ha comunicato alla società di non avere pregiudizi sull’esterno danese, ma resta da capire quale apporto possa dare la sua presenza. Se alla fine dovesse rimanere sotto le Due Torri la dirigenza tornerebbe alla carica per convincere il giocatore a spalmare su più anni il suo attuale ingaggio, altrimenti ripartirebbe quella telenovela che ha costretto la società a far saltare tutti i test amichevoli al suo tesserato. Vista l’assenza di Dobric dovrebbe essere nei 12 che affronteranno l’Olimpia e già questa potrebbe diventare una buona occasione per dimostrare a Banchi di quale pasta sia fatto.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su