L’Ascoli tira un sospiro di sollievo. Bellusci e Botteghin presenti

Entrambi in campo contro il Como: resta solo da stabilire quale sarà il loro ruolo all’interno del match

10 novembre 2023
L’Ascoli tira un sospiro di sollievo. Bellusci e Botteghin presenti

L’Ascoli tira un sospiro di sollievo. Bellusci e Botteghin presenti

Sospiro di sollievo per Viali e il suo Ascoli. Bellusci e Botteghin ci saranno, resta soltanto da stabilire quale sarà il ruolo di ciascuno all’interno del match. Il percorso di avvicinamento del Picchio verso il delicatissimo appuntamento di domani in casa col Como (fischio d’avvio di Pezzuto alle 14) ha riservato notizie positive dal campo di allenamento dopo la serie di sedute svolte in preparazione del prossimo appuntamento in programma. Entrambi gli esperti centrali difensivi sono parsi in netto miglioramento dopo i rispettivi infortuni. Situazione che aveva destato non poche preoccupazioni tra tifosi, tecnico e staff. Sia il brasiliano che il 34enne di Trebisacce sono tornati ad allenarsi al ritmo dei compagni testando le rispettive condizioni fisiche nel corso della consueta partita finale.

E l’esito avuto è sembrato essere idoneo per consentire loro di prendere parte alla sfida con i lariani. Due ottime notizie per il tecnico bianconero che senza di loro si sarebbe trovato davanti ad un bivio ricco di insidie: passare alla difesa a tre seppur il poco tempo per provarla oppure adattare di nuovo un terzino al centro della linea con tutti i dovuti rischi che ne sarebbero scaturiti. Fortunatamente queste due strade tortuose da percorrere sembrerebbero escluse a poche ore dalla gara. Botteghin era stato costretto ad alzare bandiera bianca nei minuti finali del match interno con la Sampdoria (1-1), quando accusò un dolore che poi, a seguito di accertamenti, evidenziò una lesione del collaterale di media entità.

Nel corso della settimana scorsa il 36enne aveva ripreso a saggiare il terreno con un programma individuale volto a favorire il suo completo recupero.

Diverso invece il caso di Bellusci, costretto a chiedere il cambio all’inizio della ripresa dell’incontro perso al San Nicola contro il Bari finita 1-0.

Per tutti e due si temeva il peggio e affrontare un match importante come quello col Como contando su un solo centrale disponibile, ossia Quaranta, avrebbe aumentato le difficoltà legate ad una partita che l’Ascoli dovrà cercare di vincere a tutti i costi.

Le 3 vittorie ottenute (Feralpisalò, Ternana e Lecco), i 6 pareggi e le 6 sconfitte fatte registrare finora hanno generato un bilancio momentaneo decisamente deludente. Un trend da invertire subito per evitare di incappare in una nuova crisi di risultati. Da qualche gara ad essersi inceppato è stato anche il reparto offensivo. Nelle ultime due gare gli attaccanti bianconeri non si sono mostrati capaci di creare grandi pericoli e il capocannoniere di squadra Mendes (5 reti complessive) non va in gol da cinque gare.

L’ultima occasione che aveva permesso al portoghese di esultare resta di fatto la sfida con la Ternana, quando siglò una splendida doppietta. Anche qui un andamento da rovesciare contro il Como.

Massimiliano Mariotti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su