A Casteldebole alzano il muro per il difensore azzurro Calafiori, soprattutto in caso di offerta da parte della Juventus

L'Europeo e la Copa America rallenteranno gli affari dei giocatori, tra cui Riccardo Calafiori, ambito dalla Juventus ma bloccato dal Bologna. Il club chiede 50 milioni per spaventare gli acquirenti e trattare un rinnovo con il giocatore

13 giugno 2024
Calafiori, niente saldi estivi: per averlo servono 50 milioni

Calafiori, niente saldi estivi: per averlo servono 50 milioni

Gli Europei alle porte dilateranno le tempistiche degli affari relativi ai giocatori impegnati nella rassegna europea. Si aggiunga che il 21 giugno partirà pure la Copa America ed ecco raccontato come molti affari importanti possano essere destinati a decollare a luglio inoltrato. Tra questi possibili affari, c’è Riccardo Calafiori, che dal ritiro dell’Italia, prima della partenza per la Germania, ha ribadito come del suo futuro si parlerà dopo la rassegna europea. Che Thiago lo voglia con sé alla Juventus non è un mistero. Ma il Bologna alza il muro.

"Mai alla Juventus", è il messaggio che filtra da Casteldebole. Certo, c’è pur sempre la possibilità che il difensore, una volta svestita la maglia azzurra, chieda la cessione e dichiari la propria preferenza e la voglia di raggiungere Thiago. L’esperienza di un’estate fa con Arnautovic, che di fronte all’offerta dell’Inter si mise di traverso e ottenne la partenza, impone cautela prima di dire che il giocatore sicuramente non partirà. Una cosa è certa. Il giocatore era stato sondato anche dal Chelsea, che intanto ha chiuso per il centrale Adarabioyo del Fulham. Di fronte ai primi sondaggi, la dirigenza rossoblù ha avuto contatti con l’entourage di Calafiori per lanciare un messaggio di questo tenore: "Se mai penserete di chiedere la cessione, portate un’offerta da non meno di 50 milioni o non se ne parla".

Trenta non bastano più. Anche perchè di quella cifra il 40 per cento andrebbe versato al Basilea e ai rossoblù rimarrebbero in cassa 18 milioni. Pochi per un Calafiori che, forse a oggi 50 non li vale ancora, ma con l’ingresso in pianta stabile in nazionale e un anno di Champions può davvero arrivare a valere 60-70 milioni, qualora si confermasse. E allora il Bologna chiede 50 per metterne in tasca 30 puliti. Ma ne chiede 50 soprattutto per provare a spaventare le squadre interessate e provare a intavolare una trattativa di rinnovo con il giocatore, lui che nell’ultima stagione, come Ferguson, ha percepito un ingaggio da 500mila euro netti. Da Torino si parla di una futura offerta a Calafiori da 2,5 più bonus.

Intanto il Bologna prova ad alzare il muro con la speranza che Calafiori non chieda la cessione una volta finito l’Europeo. Le carte sono sul tavolo: non resta che attendere la fine della rassegna iridata azzurra per capire chi farà la prima mossa: se il Bologna, con la proposta di rinnovo, la Juventus o Calafiori.

Marcello Giordano

Continua a leggere tutte le notizie di sport su