Bologna, Zirkzee ci pensa. Contatti con il procuratore. Senza la soluzione ideale,. Joshua potrebbe restare

L’ad Fenucci ha parlato con Joorabchian: il club vuole capire gli scenari possibili. L’agente ha confermato la volontà del ragazzo di misurarsi in una grande squadra. Ma se la nuova destinazione non lo convincesse, rimarrebbe volentieri in rossoblù.

di MARCELLO GIORDANO -
20 giugno 2024
Contatti con il procuratore. Senza la soluzione ideale,. Joshua potrebbe restare

Contatti con il procuratore. Senza la soluzione ideale,. Joshua potrebbe restare

Contatti tra il Bologna e Kia Joorabchian. Nelle ultime ore l’amministratore delegato rossoblù Claudio Fenucci ha avuto nuovi colloqui con l’agente di Joshua Zirkzee. Il Bologna ha la necessità di capire se ci siano piste calde per l’attaccante che intenda accettare: questo perché nel caso servirebbe un sostituto e su quanti denari possa contare per il budget estivo. Al momento non c’è squadra italiana che sia pronta a pagare tanto la clausola rescissoria da 40 milioni di euro, quanto le commissioni da 15 milioni richieste dal procuratore. Né Milan, né Juventus, almeno per ora, con le due squadre che potrebbero farsi sotto nuovamente in caso di cessioni. In Inghilterra il giocatore piace all’Arsenal, che però prima vorrebbe cedere Gabriel Jesus e alleggerire il monte ingaggi dei suoi 15 milioni netti di ingaggio e a United. Ancora però, nessuna offerta.

E allora, pur senza illudere nessuno, Joorobchian ha aperto alla possibilità di permanenza in rossoblù. Perché Zirkzee ha fatto sapere che se dovesse arrivare la chiamata di una big di livello europeo, sarebbe felice di accettare la nuova sfida e un ingaggio da 4 milioni a salire. Ma se la big e la situazione non lo convincesse, il Bologna sarebbe la soluzione ideale da cui ripartire per affrontare il primo anno da protagonista vero in Champions. Morale: il Bologna parla con Joorobchian e il Bayern Monaco per rivedere il contratto con adeguamento e per alzare la clausola rescissoria da 40 milioni: l’intenzione è di portarla a 60 milioni. Di soldi di ingaggio ancora non si è parlato, ma considerato che Orsolini è il giocatore che guadagna di più e percepisce circa 2 milioni, la base d’asta non dovrebbe discostarsi da questa cifra. Fenucci e Joorobchian nelle ultime ore hanno iniziato a parlare di questo tema. Il tutto senza illusioni: se entro luglio la big busserà Zirkzee partirà e con l’Europeo in corso non è escluso che questo possa anche accadere rapidamente.

Per questo motivo il Bologna continua comunque a sondare anche le alternative, in caso di cessione dell’olandese. Si pensa a un Bologna con Zirkzee e a uno senza, con il rischio di perdere lungo la strada obiettivi, come sta accadendo con Pavlidis (25), vicino al Benfica. Piace un altro greco: Ioannidis (24), ma il Panathinaikos chiede oltre 20 milioni per il giocatore autore di 23 gol nell’ultima stagione, due dei quali in Champions. Il Bologna torna in corsa per il nazionale colombiano Duràn (20), che in patria paragonano a Zapata per caratteristiche: il Chelsea ha infatti dirottato le attenzioni su Omorodion e l’Aston Villa, che ha bisogno di liquidità, ha fissato il prezzo di Duràn a 20 milioni. Sartori ha scandagliato anche il mercato dell’est, dove interessano Tyukavin (21) della Dinamo Mosca e Vanat (22) della Dinamo Kiev e Bazdar (20) del Partizan. E’ stato proposto Pianamonti (25) dal Sassuolo, su cui sono in corso riflessioni, e piace sempre Broja (22) in uscita dal Chelsea. Il tutto mentre parallelamente si lavora all’adeguamento e alla clausola di Zirkzee, qualora accadesse che Joshua dovesse rimanere. Sarebbe una bella sorpresa e lo è che ad oggi l’agente abbia aperto al dialogo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su