Il tecnico del Bologna è stato premiato ieri a Coverciano al ‘Nereo Rocco’ per la sezione personaggi emergenti. Thiago: "Il mio rinnovo? Stiamo dialogando, c’è tempo»

"Ho tutta la squadra disponibile, penso solo a preparare al meglio la partita con il Verona. Abbiamo fatto un buon lavoro sul mercato" .

15 settembre 2023
Thiago: "Il mio rinnovo? Stiamo dialogando, c’è tempo"

Thiago: "Il mio rinnovo? Stiamo dialogando, c’è tempo"

COVERCIANO (Firenze)

Il rinnovo di contratto? "Stiamo dialogando e sicuramente abbiamo ancora tempo, ma adesso che finalmente ho tutta la squadra disponibile penso solo a preparare al meglio la partita con il Verona". Così Thiago Motta, ieri sera all’Auditorium di Coverciano, nel giorno in cui al tecnico rossoblù è stato consegnato il premio ‘Nereo Rocco’ per la sezione personaggi emergenti. A Coverciano si è presentato un Thiago tirato a lucido, che non si è sottratto alle domande sulla sua nuova creatura. La premessa è stato un pensiero rivolto ai suoi calciatori: "Senza di loro non avrei potuto ottenere questo riconoscimento. Per questo li ringrazio".

A seguire: "Sul mercato abbiamo fatto un buon lavoro: non è stato facile, ma quest’anno non lo è stato per nessuno. La nostra stagione è cominciata nel modo giusto, tra il turno di Coppa Italia e le prime tre giornate di campionato stiamo facendo bene: ma è presto, siamo solo all’inizio". Chi si ferma è perduto: specie con l’italobrasiliano. Ma un obiettivo vero oggi nella testa di Motta non c’è: "Difficile dire dove potrà arrivare questa squadra. Alleno un gruppo fatto di tanti ragazzi giovani e di tanti talenti: adesso dovremo cercare di metterli tutti assieme".

A Coverciano è inevitabile parlare di Fiorentina. Quando gli chiedono se Fiorentina, Bologna e Torino possano colmare sul campo il gap tecnico che le separa dalle big il tecnico è sibillino: "C’è già un divario tra la Fiorentina e le altre due che avete nominato: basta vedere il mercato che ha fatto la Fiorentina". Giudizi sparsi su Italiano, Nzola, Arthur e il derby di Milano ("sfida apertissima, sapete per chi faccio il tifo"), prima di rispondere a una domanda sul rinnovo di contratto: ed è un dribbling secco.

"Stiamo dialogando, ma c’è tempo. La cosa più importante è che tra oggi e domani avrò tutta la squadra disponibile e con tre-quattro giorni davanti la testa è solo al Verona".

Ieri gli altri premiati di giornata sono stati il capitano della Fiorentina Cristiano Biraghi, la famiglia Astori (nel ricordo dello scomparso Davide), Andrea Orlandini, Furio Valcareggi e Massimo Marianella.

m. v.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su