Rossoblù sempre più corteggiati. La Dea mette gli occhi su Lucumi

Dopo Ferguson e Zirkzee, voci anche sul colombiano che, con questo Calafiori, non è più certo del posto

di MARCELLO GIORDANO -
17 novembre 2023
Rossoblù sempre più corteggiati. La Dea mette gli occhi su Lucumi

Rossoblù sempre più corteggiati. La Dea mette gli occhi su Lucumi

Si alzano le quotazioni del Bologna e aumentano i rumors di mercato attorno ai calciatori rossoblù: è il naturale effetto dell’alta quota e così dopo i sondaggi di Milan e Juventus per Joshua Zirkzee e Lewis Ferguson, è il turno di John Lucumi, al quale fa un pensierino l’Atalanta. Il giocatore era stato seguito dai nerazzurri ai tempi della direzione di Sartori, che ha poi chiuso l’affare da uomo mercato del Bologna: 8 milioni al Genk e colombiano portato sotto le Due Torri, al posto di Theate venduto al Rennes per 22 milioni (bonus inclusi): quel Theate sulle cui tracce ora ci sono Lipsia e Fiorentina, con richieste che sfiorano i 30.

Finchè il Bologna veleggerà in alta quota, ci sarà da abituarsi a voci, rumors e manovre, che non significano in automatico cessioni: leggasi Ferguson, cercato in estate da un club di serie A e uno di Premier, ma rimasto a completare il percorso, che lo vede oggi come il centrocampista che ha segnato di più nell’anno solare, in media da doppia cifra. L’interesse per lui può solo crescere. E potrebbe crescere anche quello per Lucumi, specie se non dovesse trovare spazio. Lo scorso anno era intoccabile e pure a inizio stagione. Ma l’infortunio ha portato alla luce un Riccardo Calafiori eccezionale e ora il colombiano dovrà sudare per riprendersi il posto. "La concorrenza farà bene a entrambi", ha scolpito Motta prima di Firenze, salvo chiudere la trasferta con entrambi in campo. Da Firenze parte la ripresa del colombiano e la rincorsa alla maglia da titolare. Ma da Bergamo osservano la situazione, perché qualora Lucumi dovesse collezionare panchine da qui in avanti e dovesse guardarsi attorno, l’Atalanta ci sarebbe.

Ma il Bologna non lo farebbe partire per meno di 15-16 milioni, motivo per cui la Dea non perde di vista pure Hien e Coppola. A Casteldebole non c’è intenzione di cedere pezzi da novanta della collezione a stagione in corso: vale per Zirkzee e Ferguson, ma pure per Lucumi. A meno che controparti non offrano cifre ritenute fuori mercato e lasciando il giocatore in prestito a Bologna fino a fine stagione, politica che Sartori ha già seguito anche ai tempi di Bergamo. Lucumi, tra i tre, potrebbe essere l’unico a fare eccezione alla regola, qualora dovesse pagar dazio all’esplosione di Calafiori con la mancanza di spazio: ma questo lo si vedrà a partire dalla ripresa.

Intanto una cosa è certa: gli uomini mercato rossoblù partiranno a breve per Valencia per visionare un paio di difensori, oltre agli attaccanti Yeremchuk e Duro. Ovvero il terzino sinistro Jesus Vazquez (20) e il centrale colombiano Christian Mosquera (19), entrambi in scadenza al 2025. Con Calafiori esploso al centro, Lykogiannis in scadenza di contratto a giugno, il riscatto di Kristiansen fissato a 15 milioni e ora con Lucumi che ha gli occhi della Dea addosso, anche per il Bologna è tempo di guardarsi attorno per farsi trovare pronto a ogni evenienza.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su