Dopo il pareggio con Sestri Levante: "Recanatese, il risultato è giusto"

L’allenatore Pagliari: "Il parente di un dirigente avversario ha insultato Melchiorri: non lo trovo corretto"

8 novembre 2023
Dopo il pareggio con Sestri Levante: "Recanatese, il risultato è giusto"

Dopo il pareggio con Sestri Levante: "Recanatese, il risultato è giusto"

Forse, con il passare dei giorni, il pareggio con il Sestri Levante verrà ulteriormente rivalutato. È chiaro: non possono non esserci rimpianti ma analizzando i 100 minuti complessivi con obiettività, il risultato può essere considerato equo. I liguri d’altronde hanno confermato pregi e difetti risaputi: non avranno "stelle" o giocatori con grande pedigree, ma a livello di organizzazione hanno ben impressionato e nel fraseggio si è evidenziato un collettivo di ottima qualità. Ecco perché, a fine gara, l’allenatore dei giallorossi era rammaricato ma, tutto sommato, sereno.

Pagliari, un finale del genere, con due rigori sbagliati nel recupero, lo ricorda?

"Così intenso e carico di emozioni probabilmente no. All’inizio sul 2-0 si era messa come volevamo, poi abbiamo subito molto, perdendo i tempi di aggressione. Nella ripresa, tutto sommato, non abbiamo rischiato molto ed in definitiva i rigori si possono anche sbagliare. Un buon punto, contro una squadra che ci ha messo in difficoltà, ma non ho da fare rimproveri ai miei che hanno dato tutto, come sempre".

Al netto di tutto quindi un 2-2 che non fa gridare allo scandalo.

"Io non sono abituato a giudicare in base alla classifica ma a quello che vedo ed i liguri sono una delle squadre che hanno un’idea di calcio e la praticano. Ci siamo abbassati, abbiamo avuto un pizzico di paura e non facendo quel pressing che dovevamo ci siamo preclusi anche le possibilità di ripartire e dunque di fargli male. Un’occasione persa? Non lo credo: non siamo certo diventati fenomeni per aver vinto a Pescara ed ora c’è da pensare all’Olbia vedendo il perché, in certi momenti, non siamo riusciti a fare quello che facciamo sempre. Ma ci sono anche gli avversari e nella fattispecie loro hanno pareggiato con lo stesso risultato di Cesena, prendendo anche i pali, hanno vinto a Chiavari e con la Carrarese. È altrettanto vero però che hanno cambiato pochissimo rispetto alla Serie D dell’anno scorso e ricordiamoci com’eravamo messi a dicembre dell’anno scorso. Questa è un’altra dimensione e noi l’abbiamo compreso bene".

Infine la nota poco lieta.

"Mi spiace che qualcuno abbia insultato Melchiorri, in particolare un ragazzo che è in conflitto di interessi visto che è parente di un dirigente di una nostra concorrente e questo non lo trovo corretto. La Recanatese va solo elogiata, stiamo facendo un campionato strepitoso, siamo sesti e tutta l’Italia parla di noi. Oltretutto Federico è uno degli attaccanti più forti mai avuti da questo club. È un comportamento scorretto e con secondi fini".

D’altronde è davvero assurdo vedere la pagliuzza nell’occhio altrui (che tra l’altro non c’è) e non accorgersi della trave che è nel proprio.

Andrea Verdolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su