I contratti in scadenza. Castro non ha dubbi: Firenze prima di tutto. Bonaventura, l’operazione rinnovo è in stallo

L'area tecnica della Fiorentina sta valutando i giocatori in scadenza di contratto. Palladino ha discusso con Castrovilli per il futuro, mentre Bonaventura potrebbe avere più tempo per decidere. Duncan sembra destinato a lasciare il club.

9 giugno 2024
Castro non ha dubbi: Firenze prima di tutto. Bonaventura, l’operazione rinnovo è in stallo

Castro non ha dubbi: Firenze prima di tutto. Bonaventura, l’operazione rinnovo è in stallo

Le prime interlocuzioni che l’area tecnica della Fiorentina ha portato avanti in questi giorni con Raffaele Palladino non sono servite solo per tracciare gli identikit dei giocatori da reperire sul mercato che faranno al caso dei viola nella prossima stagione ma sono state utili anche per analizzare ogni singola situazione relativa ai giocatori in scadenza di contratto, in particolare quegli elementi che si svincoleranno tra poche settimane (tre, nello specifico, visto che per Kouame è stata fatta valere poco tempo fa l’opzione fino al 2025).

In tal senso un ruolo chiave è stato quello che ha recitato proprio l’allenatore, il quale oltre a esprimere il proprio parere è sceso in campo in prima persona per parlare a uno a uno con quei calciatori che, nella sua testa, possono ancora essere utili al progetto che il mister ha in mente per la prossima stagione.

A tal proposito è di pochi giorni fa la notizia che Palladino avrebbe avuto un colloquio con Gaetano Castrovilli, il giocatore sul quale in questa fase preliminare di mercato la Fiorentina sta concentrando le sue attenzioni ("Mi incontrerò nei prossimi giorni col suo agente per capire che margini di permanenza ci siano" aveva detto la settimana scorsa il ds Pradè): un dialogo cordiale nel quale l’ex tecnico del Monza ha fatto intendere al fantasista di voler puntare su di lui nella prossima annata, permettendogli di ricoprire un ruolo centrale all’interno del sistema di riferimento che adotterà. "Castro" si è preso qualche giorno per riflettere - determinante sarà anche l’eventuale accordo economico che il suo manager troverà con il club - però ha fatto intendere che, al di là di frizioni passate con la società, la sua priorità è quella di restare a Firenze.

Discorso diverso per Bonaventura, sul quale ad oggi la Fiorentina non sembra aver fretta: Jack infatti - complice età (35 anni ad agosto) e ingaggio (1,5 milioni netti) - non pare avere attorno a sé grande mercato e dunque non è escluso che le parti possano prendersi ancora del tempo per provare a individuare un punto d’equilibrio che metta d’accordo le esigenze economiche dell’una e dell’altra parte.

Quasi scontato infine l’addio di Alfred Duncan, sul quale il club poteva vantare un’opzione per estendere il contratto di un ulteriore anno ma che fin qui non è stata fatta valere: per il ghanese, dopo 126 presenze, l’epilogo dell’avventura viola è a un passo. Entro la fine del mese valuterà altre opoprtunità di contratto.

Andrea Giannattasio

Continua a leggere tutte le notizie di sport su