Occhio al Genk, la mina vagante del girone Trasferta ’infuocata’ e coppia-gol pericolosa

La Fiorentina affronta il Genk, squadra giovane con 4 campionati e 5 Coppe del Belgio. Il tecnico è Vrancken, la Luminus Arena è gremita e calda. Da seguire Vandevoordt, McKenzie, Cuesta, Heynen, El Khannouss e Oyen-Sor.

2 settembre 2023
Occhio al Genk, la mina vagante del girone  Trasferta ’infuocata’ e coppia-gol pericolosa

Occhio al Genk, la mina vagante del girone Trasferta ’infuocata’ e coppia-gol pericolosa

Il Genk era una delle mine vaganti in terza fascia insieme al Besiktas. Squadra comunque alla portata della Fiorentina, ma con un po’ più di qualità nel proprio organico. Arriva in Conference dopo essere stato eliminato nei preliminari di Champions dal Servette ed in quelli di Europa League dall’Olympiakos. Club giovane, fondato nel 1988, che vanta 4 campionati e 5 Coppe del Belgio. Il tecnico è l’ex centrocampista belga Vrancken che alterna il 4-3-3 al 4-4-2.

Occhio all’ambiente. Le gare in casa vengono disputate alla Luminus Arena (25.000 spettatori) praticamente sempre gremita e particolarmente calda. Fra i giocatori da tenere d’occhio spiccano il portiere Vandevoordt, i due centrali McKenzie e Cuesta, capitan Heynen in mezzo al campo, il trequartista (spesso esterno) El Khannouss e la coppia d’attacco Oyen-Sor.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su