Frattura dello zigomo per l’attaccante. La Vis perde Karlsson ma ritrova gli altri

Domani contro l’Arezzo (18,30 stadio "Benelli"), ci saranno Zoia, Zagnoni, De Vries e Sylla. Banchieri: "Lavoriamo per fare gol"

4 novembre 2023
Frattura dello zigomo per l’attaccante. La Vis perde Karlsson ma ritrova gli altri

Frattura dello zigomo per l’attaccante. La Vis perde Karlsson ma ritrova gli altri

La Vis perde Ottar Karlsson per un lungo periodo. Lo sfortunato

attaccante 26enne islandese, fin qui solo 106 minuti giocati, ha riportato la frattura dello zigomo nel tremendo scontro con il portiere del Pineto Tonti. E dire che aveva regolarmente proseguito la partita. "Lì per lì non ci si è fatto caso – commenta mister Banchieri – anche perché la parte non si era gonfiata. Gli accertamenti successivi però hanno evidenziato il trauma".

Servirà l’intervento chirurgico? "Non so, dovranno dirlo i medici".

Non sarà il solo forfait domani contro l’Arezzo (ore 18,30), perdurando le assenze di Neri e Mamona, forse destinato alla panchina. In compenso il tecnico biancorosso dovrebbe recuperare gli acciaccati Zoia (forte contusione contro gli abruzzesi) e Zagnoni (risentimento muscolare), oltre a Sylla e De Vries subito rientrati in gruppo. "Ci aspetta una gara importante – analizza Banchieri – contro un’altra squadra di livello, come lo sono tutte in questo campionato. Mi conforta vedere che la Vis cresce di partita in partita".

Si ha l’impressione che manchi solo quel passettino, per trasformare i pareggi in vittorie. "Ci manca il gol – taglia corto il mister – ma quando ci provi fino al 97’ non hai nulla da rimproverarti. Devi continuare a lavorare, lavorare di più. Io sono contentissimo di questa squadra e vedo margini migliorativi ogni giorno".

Su un altro aspetto, il tecnico si sofferma: "Il Pineto qui ha sofferto parecchio (ha sofferto tanto da presentarsi poi spompato

al recupero di Olbia, ndr), dopo la prima mezzora non ha più cercato di superare la metà campo. Anche il Pontedera alla fine si è mostrato prudente. Vuol dire che gli avversari ci rispettano".

Cambierà il piano gara rispetto alla gara con gli abruzzesi, quando si è puntato su una verticalità spinta. "Ci aspetta un’altra partita, un avversario con caratteristiche diverse, molto offensive. Dovremo cercare di limitare al massimo quelle caratteristiche". Il riferimento è al tridente dei toscani, con esterni forti nell’uno contro uno (Guccione e Pattarello i titolari) e in grado di servire i palloni in area di cui bomber Gucci ha bisogno. Senza dimenticare gli inserimenti dei centrocampisti, in primis Shaka Mawuli. Dalla sua, la Vis vanta l’ottima condizione di Manuel Di Paola ("Quando sta bene trascina i compagni"), nell’attesa che emergano anche le qualità di De Vries. Quanto a Marcandella, subentrato nel secondo tempo, Banchieri ha dato l’impressione di muovergli qualche appunto: "Ha fatto la partita che doveva fare. Gli ho solo detto che dovevamo essere più precisi nei passaggi".

Infine gli arbitri. Com’è possibile che la Vis, giocando allo stesso modo, passi da una partita con pochi falli e un ammonito (Pontedera) a una con 7 ammoniti e 22 falli contro? "Non è un

tema che mi appassiona. Dico solo che le loro decisioni accettate".

Ultime da Arezzo. Dopo il divieto di trasferta per i tifosi amaranto, la società ha chiesto un incontro al questore. Il comitato "Orgoglio amaranto" ha invece inoltrato ricorso urgente al Tar delle Marche chiedendo l’annullamento del decreto del prefetto di Pesaro Emanuela Saverio Greco per "eccesso di potere e travisamento dei fatti".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su