Il mister dei biancorossi, Gianluca Colavitto, analizza la gara: "Hanno giocatori di gamba». "Sono una squadra da serie B. Stiamo imparando cose nuove»

"Ho avuto la fortuna di allenare due di loro (Iannoni e Mezzoni). Mi farà piacere rivederli, spero. che stecchino qualcosa...".

5 novembre 2023
"Sono una squadra da serie B. Stiamo imparando cose nuove"

"Sono una squadra da serie B. Stiamo imparando cose nuove"

Vigilia di Ancona-Perugia per Gianluca Colavitto, che è intervenuto nel corso della consueta conferenza stampa pre gara: "Abbiamo avuto una settimana di tempo per preparare la partita: sono contento di come i ragazzi si stiano applicando, ad oggi ogni allenamento è stato fatto con la giusta attenzione. Incontriamo una squadra di valore, i ragazzi stanno acquisendo concetti nuovi. Mi auguro che quello di negativo che ho visto a Fermo non venga ripetuto, ma a prescindere dal momento, è normale che ti trovi di fronte alla bravura degli avversari. Ho rivisto la partita con la Fermana e forse sono stato un po’ troppo critico, perché ho visto tante cose positive. Sappiamo dell’importanza che riveste questa partita, contro una squadra ben allenata, che fino a quattro mesi fa giocava in Serie B. Ho puntato il dito sull’ordine in campo: io lavoro molto sui reparti, questo è l’aspetto dove ho battuto di più. Sono contento, perché i ragazzi stanno dimostrando di voler apprendere nozioni diverse, come giusto che sia".

Di fronte un Perugia già affrontato da Colavitto ai tempi del Matelica con cui rimediò due sconfitte: "Ci arrivo con più esperienza, forse con più certezze, ma questo non è un fardello o un aspetto limitante. Sarà una partita importante, abbiamo consolidato alcune cose e migliorato qualche situazione di campo, ma durante la sfida subentrano anche altri fattori che possono decidere il match.

Sarà tosta, esattamente come il derby di Fermo. L’esonero nei professionisti non l’ho preso in modo negativo, ora fa parte del passato, cercheremo di onorare al meglio questi colori, che meritano molto rispetto. Dopo tutti questi mesi mi sento un allenatore migliorato, ho la fortuna di vedere opportunità anche nelle cose negative. Non mi fermo mai, guardo sempre avanti, cercando di migliorarmi".

Focus quindi sull’avversario: "Il Perugia ha un motore importante, al di là degli interpreti là davanti, hanno giocatori di gamba, che reggono i duelli anche in Serie B: ho avuto la fortuna di allenarne due (Iannoni e Mezzoni, ndr), che sono ragazzi con grande motore. Mi farà piacere rivedere rivederli, gli auguro di andare oltre la Lega Pro: li ringrazio per ciò che ci hanno dato, mi auguro che domani stecchino qualcosa (sorride, ndr)". Sarà un novembre impegnativo per i dorici, ma Colavitto ragiona un passo alla volta: "Ci aspetta un calendario importante, se affronteremo le partite con buoni risultati, diventerà tutto meno complicato. Stasera dovremo concedere pochissimo ed approfittare degli eventuali errori che farà il Perugia. Peli? Non so se lo riproporrò dal primo minuto, mi dà molte soluzioni sull’out destro, questo è sicuramente un aspetto importante. Sono contento dell’impegno che sta mettendo, è sempre meglio avere giocatori di qualità così".

Gianmarco Minossi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su