Il posticipo delle 18.30 sarà in diretta su Rai Sport e Sky. Vis, sfida a una grande Torres: serve una partita concreta

Gara poco accomodante per la squadra di Banchieri che tenterà la sorpresa: ospiti con tre assenti.

20 novembre 2023
Vis, sfida a una grande Torres: serve una partita concreta

Vis, sfida a una grande Torres: serve una partita concreta

Di gare accomodanti o incoraggianti in questa serie B2 girone B ce ne sono poche, ma questa è meno accomodante delle altre perché oggi alle 18.30 allo stadio Benelli alla Vis (diretta Rai Sport e Sky) arriva una delle migliori del lotto. Una Torres partita senza i favori del pronostico ma che ha dimostrato sul campo di valere le prime posizioni. Il tutto nonostante qualche defezione che oggi potrebbe creare qualche problema all’avversario. Oltre agli squalificati Scotto e Mastinu, sarà assente per infortunio l’esterno Verduci. Al posto di Mastinu il candidato principale è Kujabi, in subordine Cester o Lora. La maglia di Verduci potrebbe andare al rientrante Liviero. Fatte queste premesse va detto che la Torres è una squadra molto esperta, con sette giocatori (compresi i tre di difesa) dai 30 anni in su. E’ una delle poche squadre del girone che giocano senza la quota under e che non guardano al salvadanaio alimentato dal minutaggio, ma tirano dritto al risultato e all’obiettivo che è di provare a salire prima o poi nella serie superiore. In questo collettivo armonioso spiccano le figure del regista (Giorico) e quella del fantasista Ruocco che svaria tra le linee, crea la superiorità e attacca gli spazi anche senza palla. Insomma un tipo che procura noie alle difese avversarie, unitamente a Fischnaller (ex Fermana) attaccante con la stoccata in canna, capace di risolvere le partite con micidiali tiri anche dalla distanza. Più statico, ma solo in apparenza, Diakite, uno che la Vis conosce bene perché nella passata stagione le ha segnato due gol, sia all’andata che al ritorno. La Vis risponderà con la migliore formazione che è ovviamente segreta ma che non dovrebbe discostarsi molto dalle ultime. Al di là della massima attenzione difensiva, bisognerà fare in modo di chiudere il tiro e di sfruttare gli spazi concretizzando le occasioni. Compito che spetta prima di tutto agli attaccanti, la cui percentuale realizzativa in relazione alle occasioni avute deve giocoforza alzarsi, ma anche a difensori e centrocampisti perché più si va avanti in questo campionato zeppo di buche e più le palle inattive recitano un ruolo chiave.

Così in campo (Benelli, 18.30).

Vis Pesaro (3-4-2-1): Polverino (Neri); Ceccacci, Tonucci, Zagnoni; Da Pozzo (Mamona), Valdifiori, Iervolino (Rossetti), Zoia; Di Paola, De Vries (Pucciarelli); Sylla. All. Banchieri. A disp. Mariani, Rossoni, Cusumano, Peixoto, Nina, Foresta, Mattioli, Marcandella, Loru, Gulli.

Torres (3-4-1-2): Zaccagno; Idda, Antonelli, Dametto; Fabriani, Kujabi (Cester), Giorico, Liviero; Ruocco; Fischnaller, Diakite. All. Greco A. A disp. Garau, Petriccione, Pinna, Siniega, Mandrelli, Masala, Lora, Nunziatini, Goglino, Sanat, Menabò.

Arbitro: Lovison di Padova.

d. e.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su