Juventus Cagliari in tv, dove vederla. Le probabili formazioni

I bianconeri cercano il sorpasso momentaneo in vetta alla classifica ai danni dell'Inter. I rossoblù invece vogliono proseguire il momento positivo

di FRANCESCO BOCCHINI -
10 novembre 2023
Chiesa in azione

Chiesa in azione

Torino, 10 novembre 2023 – La Juventus per allungare la striscia di successi consecutivi e per confermarsi come prima antagonista dell'Inter nella corsa allo Scudetto. Il Cagliari per proseguire l'ottimo momento attraversato. All'Allianz Stadium, in occasione della 12° giornata di Serie A, si affrontano bianconeri e rossoblù in una sfida sulla carta favorevole ai piemontesi, vista la differenza di valori fra le due rose e quella in classifica. Occhio però, perché per la formazione di Massimiliano Allegri questa partita può rappresentare una trappola, anche perché i sardi sono reduci da tre affermazioni di fila considerando campionato e Coppa Italia. 

I precedenti

Quello di sabato sarà il confronto numero 83 in Serie A fra Juventus e Cagliari. Fino a questo momento il bilancio recita 44 affermazioni per bianconeri, 12 dei rossoblù e 26 pareggi. Sono 123 le reti realizzate dai piemontesi, contro le le 64 messe a segno dai sardi. La Vecchia Signora ha vinto 11 delle ultime 12 sfide contro il Cagliari in Serie A, con 28 reti nel periodo (2.3 di media a match) e registrando otto clean sheet. Dal 2015/16 in avanti, Madama è la squadra contro cui il Cagliari ha mancato più volte l’appuntamento con il gol in nel massimo campionato (otto su 12 confronti nel periodo). Dalla stagione 2012/13 in avanti la Juventus ha vinto tutte le nove gare disputate contro i sardi nel girone di andata in Serie A; l’unica formazione contro cui ha una striscia aperta di successi più lunga nella prima parte di stagione è il Torino (15). A Torino, i bianconeri hanno vinto tutte le ultime sei partite casalinghe contro il Cagliari in campionato, tra le squadre attualmente in Serie A solo contro l’Udinese ha una striscia aperta più lunga di successi interni consecutivi (sette). Tra le squadre affrontate almeno 35 volte in casa in Serie A, solo contro il Genoa (4%) la Juventus ha una percentuale di sconfitte più bassa che contro il Cagliari (5%, frutto di due sconfitte in 41 confronti). I rossoblù hanno pareggiato 14 trasferte contro la Juventus in Serie A (2V, 25P), solo contro Roma (16) e Sampdoria (19) ha collezionato più pareggi in gare esterne.

Le parole di Allegri

"Sotto tutti i punti di vista la partita di domani sarà fondamentale per noi: per la classifica, perché abbiamo la possibilità di mantenere almeno inviolato il distacco dalla quinta in classifica, ma anche per chiudere nel migliore dei modi questo ciclo di cinque gare - le parole di Allegri alla vigilia della sfida - Il capitano sarà Locatelli. È fresco di rinnovo, sarà un bel premio per lui indossare la fascia. Szczesny sarà in porta regolarmente perchè avendo un impegno a settimana, in media, non bisogna pensare troppo al turnover. Gatti è diffidato, ma giocherà lui perchè non possiamo permetterci calcoli sulle prossime partite. Quella che conta, adesso, è quella contro il Cagliari. Al posto di Rabiot abbiamo diversi centrocampisti a disposizione, avrò la possibilità di scegliere. In attacco? Stanno tutti bene e questo è l'aspetto più importante. Chi partirà dall'inizio saprà incidere e lo stesso succederà con chi entrerà a gara in corso e lo hanno già dimostrato. Dopo la sosta, invece, rientrerà sicuramente Alex Sandro e molto probabilmente anche Weah. Danilo, invece, probabilmente non ci sarà ancora contro l'Inter. La lesione di Danilo è piccola, ma profonda. Bisogna sempre essere cauti in queste situazioni. È sempre un piacere incontrare il Cagliari, ho avuto a disposizione giocatori importanti durante la mia parentesi in Sardegna. Sono stati cinque anni, tre da giocatore e due da allenatore, bellissimi. Ho ancora amici lì. Venendo alla partita di domani, i nostri avversari arrivano da un ottimo momento di forma e sarà fondamentale essere compatti per portare a casa la vittoria. La partita più importante è quella contro il Cagliari, che ha dimostrato di essere una squadra forte e ben allenata. È un match difficile perchè arriviamo da un periodo estremamente positivo e, di conseguenza, la soglia dell'attenzione potrebbe abbassarsi, ma ho messo in guardia i miei giocatori. Dovremo giocare con serenità, ma allo stesso tempo con determinazione per portare a casa un risultato importante". 

La conferenza di Ranieri

Come Allegri, anche Claudio Ranieri è intervenuto a poche ore dalla sfida dell'Allianz Stadium. "Conosciamo l’ardore della Juventus, subisce pochissimi gol, ma noi andiamo lì per giocarcela. Le partite durano novanta minuti e oltre, proveremo a fare punti, i bianconeri si affrontano mettendo in campo la loro stessa determinazione, sono bravi a coprirsi e ripartire con continuità, ad Allegri faccio i complimenti: parliamo di un grande tecnico, che ha vinto tanto e studia bene l'avversario. Con noi cercheranno di fare gol subito per poi gestire la gara. Siamo preparati. Noi dobbiamo essere concentrati per tutta la gara, senza mai dare occasioni all’avversario. Poi se saranno bravi e tireranno fuori delle grandi giocate faremo loro i complimenti, ma dovremo essere bravi noi a non commettere errori e sfruttare le occasioni che riusciremo a crearci, o che ci concederanno. Non abbiamo mai sentito particolare negatività, la classifica è difficile tuttora e non abbiamo fatto nulla, ma noi cerchiamo di dare sempre il massimo in allenamento e quella è la nostra vitamina. Poi ovviamente ci sono gli avversari, l’importante è giocarsela sempre, uscire dal campo avendo dato tutto. Ho visto i ragazzi lavorare molto bene, non hanno mai abbandonato la strada della determinazione. Siamo partiti con un calendario complesso, adesso un piccolo viottolo è stato tracciato, sta a noi cercare di farlo diventare una strada e magari un'autostrada. Quando questa squadra è stata costruita lo si è fatto cercando di avere giocatori complementari tra loro e non semplicemente dei doppioni, poi sta ai ragazzi rispondere presente quando vengono chiamati in causa. Per ora lo stanno facendo. Azzi? È un giocatore che può giocare su tutta la fascia, anche a destra. Jankto è molto duttile e intelligente, è un soldato disciplinato, con una facilità di corsa notevole. Ancora non si sta esprimendo in tutto il suo potenziale, crescerà".

Le probabili formazioni

Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Miretti, Kostic; Kean, Chiesa. All. Allegri.

Cagliari (4-3-1-2): Scuffet; Zappa, Dossena, Goldaniga, Augello; Deiola, Prati, Makoumbou; Mancosu; Pavoletti, Luvumbo. All. Ranieri. 

Orario e dove vederla

Juventus-Cagliari è in calendario per sabato 11 novembre, con calcio d'inizio fissato alle 18. La partita verrà trasmessa in esclusiva da Dazn. Per seguirla in tv, oltre all'abbonamento alla piattaforma, è necessario essere muniti di una smart tv su cui scaricare l'app, oppure si dovrà collegare al proprio televisore un dispositivo come Google Chromecast, Amazon Fire Tv Stick, oppure un decoder Sky Q o una console come PlayStation 4 o 5, XboX One, One S e One X. Sarà possibile seguire il match anche in streaming, attraverso il sito o l'applicazione di Dazn.

Leggi anche: Atalanta, Berat Djimsiti è l’ennesima scommessa vinta da Gasperini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su