Fiorentina-Juventus: probabili formazioni, orario e dove vederla

I viola vogliono stoppare la corsa degli ex Vlahovic e Chiesa. Partita trappola per i bianconeri

di FRANCESCO BOCCHINI -
4 novembre 2023
Vlahovic al tiro

Vlahovic al tiro

Firenze, 4 novembre 2023 - La Fiorentina per rialzare la testa dopo due sconfitte di fila. La Juventus per confermarsi nelle zone altissime della classifica e dare seguito alla striscia di tre vittorie consecutive da cui viene. All'Artemio Franchi va in scena il Monday Night dell'11esima giornata di Serie A. Una sfida da sempre sentita, soprattutto dai tifosi viola, e che rappresenta uno snodo importante per entrambe le compagini. 

I precedenti 

Quello in programma domani, domenica 5 novembre, sarà il confronto numero 168 nel massimo campionato fra Fiorentina e Juventus. I bianconeri hanno vinto 80 dei precedenti scontri, i toscani 35, con anche 53 pareggi. La Vecchia Signora è la squadra che ha battuto più volte i viola in Serie A: 80 successi per i piemontesi, a fronte di 35 vittorie viola e 53 pareggi. Tuttavia, Madama ottenuto solo due successi nelle ultime sei gare contro i toscani nel massimo campionato (due pareggi e altrettante sconfitte). La Fiorentina ha vinto due delle ultime sei sfide contro la Juventus in Serie A, tanti successi quanti quelli ottenuti nelle precedenti 24 sfide contro i bianconeri nel massimo campionato (sette pareggi e 15 ko).Nelle ultime 12 partite contro i bianconeri, i gigliati hanno mancato l’appuntamento con il gol ben sette volte; dal 2017/18 in avanti la squadra torinese è una delle due contro cui i viola più volte non sono riusciti a segnare (sette, come contro il Napoli). Dopo aver ottenuto solo tre affermazioni in 14 sfide nel girone di andata contro la Fiorentina tra il 1998 e il 2014 (nove pareggi e due sconfitte), la Juventus è riuscita a vincere ben cinque volte nelle ultime otto sfide nella prima metà della stagione, incluse quattro di fila tra il 2015 e il 2018. L'ultima volta in cui la Fiorentina è stata sotto di due gol per poi arrivare alla vittoria in Serie A è stata proprio contro la Juventus, il 20/10/2013, grazie a un gol di Joaquín e alla tripletta di Giuseppe Rossi, in risposta ai gol di Tevez e Pogba. Il punteggio più frequente tra le due società in Serie A è l’1-1, finale di ben 24 incontri, il più recente dei quali il 3 settembre 2022, nella gara di andata dello scorso campionato.

I precedenti a Firenze

La Fiorentina ha perso 23 delle 84 partite casalinghe di Serie A contro la Juventus, solo contro il Milan ha subito più sconfitte in gare interne nel massimo campionato (26). Grazie a una vittoria e tre pareggi, i gigliati sono rimasti imbattuti nelle ultime quattro partite casalinghe contro la Vecchia Signora in Serie A; i viola non rimangono per più gare interne senza sconfitte contro i bianconeri nel torneo dal periodo tra il 1983 e il 1992 (10). Dopo aver mancato l’appuntamento con il gol in ben sette partite casalinghe su 10 in Serie A contro i bianconeri, i toscani sono riusciti a segnare in tutte le ultime tre, nelle quali ha conquistato cinque punti, con quattro gol segnati e due subiti.Nelle ultime quattro partite disputate in casa nel girone di andata contro la Juventus, la Fiorentina è riuscita a segnare un solo gol, collezionando comunque tre pareggi e subendo una sola sconfitta (0-3 nel dicembre 2018 con Stefano Pioli in panchina).

Le parole di Allegri

"La trasferta di domani è importante perché è sempre Juventus contro Fiorentina ed è sempre una bella partita per lo sfottò che c’è tra le due tifoserie - le parole di Massimiliano Allegri alla vigilia della partita - Giocare a Firenze è sempre stimolante, troveremo una squadra forte, anche se arriva da due sconfitte, ma è una squadra propositiva, che gioca, e per tornare a casa con un risultato positivo servirà una partita giusta sotto tutti i punti di vista. Io reputo la Fiorentina una delle squadre più attrezzate del campionato, perché ha una rossa ricca, con giocatori tecnici e fisici e credo sia un’antagonista per la lotta per i primi quattro posti. Quest’anno la Fiorentina ha allestito un’ottima squadra. Hanno un attaccante come Nico Gonzalez, due centravanti, Kouamé a sinistra, Bonaventura che sta facendo cose importanti, e Arthur, che si è ripreso dall’infortunio e sta facendo bene. L’infortunio di Weah? Sposterò McKennie a destra probabilmente, altrimenti giocheremo in modo diverso. Credo però che la squadra abbia certezze e su quelle si debba andare avanti. A sinistra, invece, abbiamo tre giocatori prontissimi: Kostic, Cambiaso, Iling-Junior. Vista l'assenza di Timothy magari uno degli ultimi due potrebbe fare il centrocampista. Davanti tutti e cinque stanno benissimo. Kean è in un ottimo momento, è cresciuto sia fisicamente che tecnicamente, ma soprattutto a livello mentale. Può crescere ancora, sono contento di lui e non si deve fermare. Chiesa e Vlahovic sanno di doversi mettere a disposizione della squadra, come tutto il gruppo, perché tutti sono importanti. Non ho ancora deciso chi giocherà dall'inizio, ma a prescindere da chi cominci, tutti sono coinvolti. Infortunati? Facciamo un po' il punto. De Sciglio penso che tra un mesetto potrà lavorare con la squadra e sarà un rientro importante. Tra Alex Sandro e Danilo è probabile torni prima Alex Sandro. Danilo ha fatto un controllo sulla piccola lesione che ha avuto e abbiamo visto che non è ancora pronto. La lesione è profonda, seppur piccola, quindi abbiamo deciso, con i dottori e con Danilo, di ritardare. Credo rientrerà dopo la sosta, speriamo di averlo contro l’Inter. Dobbiamo continuare su questa strada e sappiamo che, per farlo, bisogna lavorare duramente, lavorare sui nostri limiti e diventare una squadra granitica. Siamo sulla buona strada, ma quanto fatto finora non basta per arrivare all’obiettivo finale, che è quello di giocare la Champions League l’anno prossimo. In queste prime dieci giornate abbiamo alternato buone partite ad altre meno buone a seconda dell’avversario. Quello che conta, lo ripeto, è lavorare tutti giorni per crescere e migliorare ed essere una squadra solida e granitica. Dobbiamo migliorare la nostra percentuale realizzativa, bisogna migliorare la precisione e l’efficacia e migliorare ancora anche nella fase difensiva perché nel calcio si fa presto a distruggere quello che si sta costruendo. Ci vuole equilibrio, dobbiamo essere compatti fino a fine stagione perché abbiamo un obiettivo da raggiungere. Profilo basso, parlare poco e correre molto".

Le probabili formazioni 

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Parisi, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Duncan, Arthur; Ikoné, Bonaventura, Gonzalez; Beltran. All. Italiano.  Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; McKennie, Miretti, Locatelli, Rabiot, Cambiaso; Vlahovic, Chiesa. All. Allegri.

Orario e dove vederla

Fiorentina-Juventus è in calendario per domenica 5 novembre alle 20:45. La partita errà trasmessa in esclusiva da Dazn. Per seguirla in tv, oltre all'abbonamento alla piattaforma, è necessario essere muniti di una smart tv su cui scaricare l'app, oppure si dovrà collegare al proprio televisore un dispositivo come Google Chromecast, Amazon Fire Tv Stick, oppure un decoder Sky Q o una console come PlayStation 4 o 5, XboX One, One S e One X. Sarà possibile seguire il match anche in streaming, attraverso il sito o l'applicazione di Dazn.

Leggi anche: Bologna-Lazio 1-0. Zirkzee inventa e Ferguson segna

Continua a leggere tutte le notizie di sport su