La previsione di La Rosa dell’Olbia: "Gara da tripla con la Recanatese"

Il capitano dei sardi sul match di domenica: "Non sono affatto sorpreso della bella posizione dei giallorossi"

10 novembre 2023
La previsione di La Rosa dell’Olbia: "Gara da tripla con la Recanatese"

La previsione di La Rosa dell’Olbia: "Gara da tripla con la Recanatese"

La Recanatese ha le sue "bandiere", premiate tra l’altro lunedì sera, ma anche l’Olbia, prossimo avversario dei giallorossi dopodomani, non scherza ed in particolare, oltre al meritatamente celebrato Ragatzu, una delle colonne a centrocampo è Luca La Rosa, nato e cresciuto con il club sardo dove ha fatto tutta la trafila nel vivaio e non ha mai abbandonato la sua isola in quasi 20 anni di carriera. "Una scelta di vita. In passato – ci ha detto – ho avuto delle opportunità in Continente, poi ho messo su famiglia ed ora spostarsi a 35 anni è impensabile. Tra l’altro giocare con la squadra della propria città e con i colori che ti hanno accompagnato per una vita è davvero impagabile".

Pure la Recanatese ha un binomio offensivo praticamente a chilometri zero.

"Lo so bene, Sbaffo e Melchiorri sono giocatori veramente importanti. La loro classifica? Non è sorprendente: hanno lavorato e stanno lavorando alla grande, sono una squadra organizzatissima, bene allenata e dunque meritano la posizione che hanno".

Anche voi con 15 punti e le 2 vittorie nelle ultime 4 gare con Pineto e Fermana non state andando male: anzi l’inizio era stato strepitoso.

"Vero ed al debutto abbiamo battuto il Cesena poi, complici pure assenze importanti, abbiamo avuto una flessione. Non avendo una rosa profondissima non ci possiamo permettere certi forfait e ci sono state delle sofferenze. È un girone dove domina l’equilibrio e quindi si può perdere o vincere contro chiunque. Talvolta sono le sfumature che fanno la differenza".

A Recanati avete dolci ricordi: con la Vis Pesaro, in campo neutro, avete raccolto 3 punti a settembre grazie ad un’inzuccata vincente di Bellodi a 10’ dalla fine e ad aprile, avete conquistato i 3 punti della quasi matematica salvezza.

"È stata una serata speciale per noi perché ci ha regalato la tranquillità, nonostante le ultime due sconfitte. Ricordo che è stata una partita difficile, tosta, di grande intensità portata a casa quasi all’ultimo respiro (è terminata 2-3 con doppietta decisiva di Ragatzu che anche domenica sarà l’osservato speciale ndr)".

In fondo, da allora, la vostra squadra non è cambiata di molto, pur perdendo un totem difensivo come Emerson.

"La base, più o meno, è rimasta quella. Abbiamo un allenatore giovane, bravo e preparato (Leandro Greco che ha preso il posto in estate di Occhiuzzi dopo alcuni anni trascorsi con il SudTirol) con il quale diamo priorità al collettivo".

Facile prevedere 90’ minuti di grande intensità.

"Penso che sia l’unica cosa certa, per il resto prevedo una gara da tripla, non nascondendo le difficoltà che ci troveremo di fronte. L’obiettivo in ogni caso è di lasciarci cinque squadre alle spalle".

Prosegue la prevendita che si chiuderà, per i locali, in concomitanza con il fischio d’inizio: tagliandi disponibili sul sito vivaticket.com e alla Tabaccheria Tonino, zona ex Eko.

Andrea Verdolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su