Macchioni si ferma, difesa in emergenza Si sospetta un lungo stop: Donadel nei guai

Scelte obbligate contro il Gubbio: fuori anche Dutu, Pellizzari e Agyemang. Marenco, Cella e Barnabà dovranno reggere l’urto

7 settembre 2023
Macchioni si ferma, difesa in emergenza  Si sospetta un lungo stop: Donadel nei guai

Macchioni si ferma, difesa in emergenza Si sospetta un lungo stop: Donadel nei guai

Emergenza difesa in casa Ancona: oltre a Dutu, fermo ai box e recuperabile per la partita con il Pineto, infatti, c’è Pellizzari alle prese con la fascite plantare, come pure Agyemang. Tutti tre ieri mattina hanno svolto un lavoro a parte insieme a D’Eramo che procede con il suo recupero. Ma durante la partitella al Paolinelli s’è infortunato anche Macchioni: il centrale di difesa arrivato lo scorso 29 agosto dalla Pro Vercelli s’è fermato durante l’allenamento per un problema al ginocchio destro che è subito apparso di non lieve entità. Stamattina gli esami strumentali chiariranno di che problema si tratta. In ogni caso una cosa è certa: il classe 2002 che aveva giocato già uno spezzone di gara a Chiavari sabato contro il Gubbio non ci sarà, ed è un altro difensore centrale out nelle file biancorosse. Senza Dutu e Macchioni e con Pellizzari a mezzo servizio, le scelte di Donadel, almeno in difesa, dovrebbero essere piuttosto scontate, con il trio composto da Marenco, Cella e Barnabà candidato a scendere in campo sin dal primo minuto, con Pellizzari non in perfette condizioni, e Basso e Nador che restano apparentemente le uniche alternative. Nell’atteso esordio contro il Gubbio il tecnico Donadel potrebbe dunque trovarsi di fronte a scelte obbligate, almeno in difesa, scelte che potrebbero però influenzare anche altri reparti. Se Basso e Nador, infatti, partissero entrambi titolari, il tecnico di Conegliano come alternativa a partita in corso avrebbe solo un giocatore non al meglio oppure altri dorici da "sacrificare" in un ruolo che non è propriamente il loro. Nella partitella di ieri, o almeno nella prima parte, Marenco, Cella e Barnabà sono partiti titolari in un 3-5-2 con Gatto, Paolucci e Nador confermati a centrocampo insieme a Peli e Martina, dunque un centrocampo con gli esterni più offensivi rispetto a Chiavari, dove Peli era squalificato ed è stato sostituito da Basso e, sull’altro lato, dove Agyemang è stato preferito a Martina. E in attacco Spagnoli e Cioffi, dunque una formazione che ricalcava per nove undicesimi quella scesa in campo dal primo minuto una settimana fa in Liguria, ma che non è detto sarà quella che Donadel sceglierà per il match contro il Gubbio. Varie opzioni a centrocampo, soprattutto sugli esterni ma anche in mezzo al terreno di gioco, con l’ultimo arrivato Saco pronto a portare il suo contributo dopo aver impressionato favorevolmente in questi primi allenamenti in biancorosso. Così come in attacco, con il gigante norvegese Kristoffersen rimasto a riposto nel match contro il Chiavari che potrebbe debuttare con la maglia con il cavaliere armato proprio sabato al Del Conero.

Giuseppe Poli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su