Milan, Florenzi indagato per il caso scommesse: i possibili scenari

Dopo Nicolò Fagioli, Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo, anche il terzino rossonero è finito nel mirino dalla Procura di Torino. No comment dalla società

di ILARIA CHECCHI
16 novembre 2023
Alessandro Florenzi indagato nell'inchiesta di Torino sul calcioscommesse

Alessandro Florenzi indagato nell'inchiesta di Torino sul calcioscommesse

Milano, 16 novembre 2023 - Il Milan è tornato nuovamente in campo questa mattina per una seduta di allenamento: oltre ai giocatori assenti convocati dalle rispettive Nazionali, non hanno partecipato, ovviamente, i tanti giocatori infortunati le cui condizioni vengono monitorate: sono diversi i punti che Pioli e la dirigenza intendono approfondire durante i prossimi giorni per capire dove si annidi la problematica che ha causato finora l’affollamento dell’infermeria.

Si valuteranno attentamente la preparazione estiva effettuata dai giocatori rossoneri, i programmi atletici di prevenzione degli infortuni, i carichi di lavoro quotidiani assegnati e la gestione del recupero dopo le partite: Kjaer, Calabria, Pulisic e Loftus-Cheek sono i giocatori che potrebbero tornare al 100% in vista della sfida di campionato di sabato 25 novembre contro la Fiorentina.

Nella giornata di ieri sono iniziate le prime partite delle Nazionali: in campo sia Davide Bartesaghi con l'Italia Under 19, e Noah Okafor, con la Svizzera (1-1 lo score con Israele e 69 minuti giocati dal rossonero). In campo insieme a Bartesaghi c'era anche il capitano della Primavera rossonera Kevin Zeroli.

Caso Florenzi

Dopo Nicolò Fagioli, Sandro Tonali e Nicolò Zaniolo, è Alessandro Florenzi a finire nel mirino della Procura di Torino che sta indagando su un giro di scommesse clandestine su piattaforme online. Il reato che viene contestato al terzino ex Roma è lo stesso degli altri suoi colleghi, ovvero "esercizio abusivo di attività di giuoco o di scommessa": per ora dalla Procura non arrivano né conferme né smentite a questa indiscrezione ed è tuttora ignoto il modo in cui il nome del difensore rossonero sia venuto fuori, anche se pare che il suo nome sia stato trovato durante gli esami degli apparati elettronici sequestrati a Tonali e Zaniolo a Coverciano, ovvero nelle chat dei telefoni.

Il Milan al momento non ha commentato la vicenda, mentre le indagini sono ancora in corso e la Procura di Torino continua a tenere il massimo riserbo sulla questione: Florenzi potrebbe essere ascoltato nei prossimi giorni dal pm torinese. In caso le indiscrezioni venissero confermate, per Florenzi si aprirebbero diversi ipotetici scenari: a livello penale rischierebbe al massimo una multa, mentre a livello sportivo tutto dipendere dal tipo di scommesse fatte, se sul calcio o no: per un tesserato, infatti, non è vietato scommettere in generale, ma solo sul proprio sport. In quel caso, allora, Florenzi andrebbe incontro ad una squalifica seguendo le orme di Tonali e Fagioli.

Milan Academy Virginia

Il club, in collaborazione con Black&Red Pumas LLC, ha annunciato l’AC Milan Academy Virginia, il primo progetto di Academy rossonera negli Stati Uniti che partirà ufficialmente nella primavera del 2024 all’interno della contea di Fairfax, in Virginia, e nella Washington Metropolitan Area (District of Columbia, Maryland, Virginia).

Il programma formativo coinvolgerà in modo diretto ragazze e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 17 anni, fornendo loro un programma tecnico d’élite per sostenerli nel loro sviluppo sia sportivo che personale. Il progetto AC Milan Academy negli Stati Uniti, preceduto dal recente approdo dei Milan Junior Camp in Canada, rientra all’interno del programma più ampio - portato avanti dal club - che ha come obiettivo quello di affermare con sempre maggior forza il brand Milan in un’area strategica come quella del Nord America.

AC Milan metterà a disposizione la sua esperienza e tradizione attraverso un team di professionisti dello sport, specializzato nei sistemi di formazione tipici del Metodo Milan, e che seguirà il coordinamento e la formazione dello staff tecnico locale che quotidianamente seguirà la crescita umana e sportiva dei ragazzi coinvolti nelle attività sportivo-calcistiche.

"Lo sbarco del progetto AC Milan Academy in territorio USA testimonia il nostro impegno e il nostro contributo nella promozione del calcio sul territorio Nord Americano, attraverso cui desideriamo esportare in modo sempre più concreto i valori del Milan in tutto il mondo", le parole di Maikel Oettle, Chief Commercial Officer.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su