La curiosità. Venduti sul web i “dollarumma“ lanciati a S. Siro

I "dollarumma", banconote false prodotte dai tifosi del Milan per accogliere Donnarumma, hanno assunto un valore incredibile. Si è creato un vero e proprio business, con quotazioni che vanno da 3-3,50 euro a pezzo singolo fino a 30-50 euro per pacchetti più consistenti.

16 novembre 2023
Venduti sul web i “dollarumma“ lanciati a S. Siro

Venduti sul web i “dollarumma“ lanciati a S. Siro

Un milione (così dicono) stampate, poche, pochissime, quelle in “circolazione“ o comunque integre. E anche se fasulle, valutate un bel gruzzolo. Parliamo degli inconfondibili “dollarumma“, ovvero le banconote false prodotte e distribuite dai tifosi del Milan per accogliere in maniera non proprio amichevole l’ex idolo Gigio Donnarumma in occasione della sfida di Champions League col Psg. A dieci giorni dall’evento e dal lancio “plateale“ sul terreno di gioco, i “dollarumma“ hanno assunto un valore incredibile. Forte è la richiesta delle mazzette di banconote, ma c’è grande richiesta anche per i pezzi singoli. E così si è creato un vero e proprio business, con i “bigliettoni“ verdi messi in vendita su diversi siti al prezzo di svariati euro.

È vero, trattasi solo di ‘fac-simile’, ma evidentemente (vista la richiesta di chi non è riuscito a portarsi a casa la banconota) qualcuno ritiene quasi veri i “dollarumma“, al punto che ritiene la fantomatica valuta convertibile in euro, con transazioni che da giorni avvengono su piattaforme come eBay Vinted.it e Subito.it. Si parte da quotazioni di 3-3,50 euro a pezzo singolo (c’è chi giura di aver venduto una banconota per 200 euro), fino ad arrivare a cifre decisamente importanti per pacchetti più consistenti: addirittura 30 euro per un rotolo da 10, anche 50 euro per 20.

Il ‘cimelio’ non èpassato inosservato per alcuni dettagli: oltre all’effige del portiere della Nazionale e al nome della valuta – in alto viene riportata la scritta “mercenario”, accostata dalla frase “uomo senza onore” (epiteto sintetizzato dal 71 posto agli angoli della banconota, numero che nella smorfia napoletana significa uomo con poco valore e per questo disprezzato).

Giulio Mola

Continua a leggere tutte le notizie di sport su