Loftus padrone. La carica di Theo. Tomori alza il muro

8 novembre 2023

MAIGNAN 6,5. Incolpevole sul colpo di testa di Skriniar, chiude la saracinesca con prontezza.

CALABRIA 7. Buona intesa con Musah, dà respiro alla manovra non temendo Mbappè e soci.

THIAW 6. Monitora Kolo Muani non sempre agevolmente trovando però in Tomori un alleato prezioso.

TOMORI 7,5. Piede caldo, la sua punizione impegna Donnarumma: in difesa dà sostegno a Thiaw quando serve. Non sbaglia nulla. THEO HERNANDEZ 7. Duella in velocità con Dembelè dimostrando buona gamba e serve l’assist giusto per la testa di Giroud.

LOFTUS-CHEEK 7,5. Manca la prima palla gol del match e si perde Skriniar in occasione del gol ma sono gli unici nei in una gara strepitosa: lotta come un leone, roccioso e incontenibile.

MUSAH 6,5. Spreca una chance per segnare ma si fa perdonare applicandosi con dedizione alla causa.

REIJNDERS 6. Dà sostegno dietro, vince contrasti e apre il gioco alla caccia di Leao e Giroud. Poi cala.

PULISIC 5,5. Spesso si fa prendere dalla frenesia: Hernandez lo limita e quando ha la palla buona per colpire la mira non lo assiste. Approssimativo.

GIROUD 7,5. Dal suo primo tentativo a rete nasce il pareggio, trova la firma personale con un colpo di testa impeccabile a sovrastare Skriniar. Decisivo.

LEAO 8. In gol con una rovesciata da manuale del calcio: scatenato, si sacrifica in difesa mostrando l’atteggiamento giusto. Trascinatore vero.

ALL. PIOLI 7,5. Il cuore, l’attenzione e la grinta hanno fatto la differenza: non sarà più "on fire" ma cuce addosso ai suoi la veste giusta per trovare una vittoria d’oro per classifica e morale.

Krunic 6. Fa il suo. Okafor 6. Sfiora il gol. Florenzi sv.

Voto squadra 7,5.

Ilaria Checchi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su