La nazionale Eritrea si ritira dalle qualificazioni mondiali: si teme la fuga dei giocatori

La comunicazione alla Fifa appena sei giorni prima del match col Marocco. La Federcalcio della squadra africana teme che gli atleti possano chedere asilo politico durante le trasferte

14 novembre 2023
Una foto della Nazionale eritrea
Una foto della Nazionale eritrea

Roma, 14 novembre 2023 – Il sogno Mondiale dell’Eritrea finisce ancora prima di cominciare. La Federcalcio dello stato africano ha infatti annunciato il ritiro dalle qualificazioni ai mondiali americani del 2026. Il motivo? Si teme che i i giocatori possano scappare, e approfittare delle trasferte per chiedere asilo politico

L'Eritrea avrebbe dovuto affrontare il Marocco il 16 novembre – nel primo match del Girone E di qualificazioni africane – in un gruppo che comprende anche Zambia, Congo, Niger e Tanzania.

Il forfait della selezione africana è stato ufficializzato dalla FIFA con una nota:

"La FIFA e la CAF possono confermare che la Federcalcio nazionale eritrea si è ritirata dalla competizione preliminare della Coppa del Mondo FIFA 2026. Dopo il ritiro dell'Eritrea, il gruppo E delle qualificazioni CAF verrà disputato dalle cinque squadre rimanenti: Marocco, Zambia, Congo, Tanzania e Niger. Tutte le partite dell'Eritrea sono state cancellate, mentre il resto del programma delle partite del Gruppo E rimane invariato".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su