Il futuro del Perugia. La holding del Lussemburgo prova ad alzare l’offerta: "Invitiamo anche Sciurpa»

Nuova offerta da parte di TimeNova Holding S.A. per il Perugia Calcio: 8 milioni di euro più bonus, possibile collaborazione con Claudio Sciurpa e progetto di nuovo stadio. Santopadre e l'Academy al centro delle trattative.

di FRANCESCA MENCACCI -
2 luglio 2024
La holding del Lussemburgo prova ad alzare l’offerta: "Invitiamo anche Sciurpa"

La holding del Lussemburgo prova ad alzare l’offerta: "Invitiamo anche Sciurpa"

Dal Lussemburgo provano ad alzare l’offerta. Quattro milioni a Santopadre (pagati a rate) più la copertura dei debiti (fino a 4 milioni, ma la cifra sarebbe inferiore), da valutare la questione sponsor tecnico (solo a parità di offerta), con l’Academy che finirebbe alla nuova società. E poi, qualche indizio: un cda di tre imprenditori e la volontà di fare lo stadio e una possibile collaborazione con Claudio Sciurpa.

"TimeNova Holding S.A., comunica che nella giornata odierna (ieri per chi legge) è stata presentata alla proprietà del Perugia Calcio una nuova offerta economica in virtù della recente omologa del tribunale che ha ridotto l’esposizione debitoria. La nuova proposta prevede un importo complessivo che supera gli 8 milioni di euro più un bonus in caso di B entro 30/6/2026", si legge nella nota, anche se sarebbe fino a un massimo di 8 (quattro a Santopadre, più debiti).

"L’avvocato Di Tommaso inoltre ha già inserito nel piano industriale dell’azienda un investimento minimo che oscilla tra i 12 ed i 16 milioni di euro per le prossime 3 stagioni sportive in relazione alla categoria in cui militerà il Club – continua la nota – . La Timenova è già entrata in contatto e sta stipulando gli accordi quadro, che prenderanno una forma concreta in caso di accettazione della proposta fatta a Santopadre, per la progettazione del nuovo stadio tramite investimenti diretti e per tramite di partner finanziari e/o imprenditoriali di caratura internazionale".

E sulla nuova collaborazione: "Abbiamo poi appreso dai giornali della rinuncia della cordata del dottor Sciurpa, al quale però lanciamo l’invito nell’affiancarci in questo nostro percorso alla guida del futuro Perugia, questa società non chiuderà mai le porte a chi ha idee e progetti per migliorare il percorso di crescita di questa importante realtà calcistica".

In casa Grifo l’offerta sarà valutata ma con poche chance di essere approfondita, per l’anonimato degli interlocutori. Il nodo della proposta (non vincolante) di Sciurpa era proprio il riserbo in merito agli eventuali soci, a maggior ragione in questo contesto. C’è inoltre da dire che il Perugia oggi potrebbe contare su cessioni eccellenti (almeno tre milioni se Seghetti, Iannoni e Vulikic lasceranno Pian di Massiano) e soprattutto Santopadre non lascerà andare l’Academy così a cuor leggero. Non resta che attendere.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su