Questo Grifo non si arrende mai: "Il gruppo punta a qualcosa di grande"

Il tecnico Baldini: "I ragazzi non accettano la sconfitta. Il gol? Abbiamo segnato con quattro giocatori diversi"

di FRANCESCA MENCACCI -
21 settembre 2023
Questo Grifo non si arrende mai: "Il gruppo punta a qualcosa di grande"

Questo Grifo non si arrende mai: "Il gruppo punta a qualcosa di grande"

C’è da migliorare. Sicuramente. Ma ci sono segnali che non possono essere trascurati e che fanno ben sperare. Su tutti, il carattere e la grinta mostrata dalla squadra che "non accetta la sconfitta. Questi ragazzi hanno voglia di fare qualcosa di importante", come sostiene il suo allenatore. "E questa è una cosa positiva. Certo, dobbiamo occupare meglio l’area di rigore. È anche vero che non si vincono i campionati dopo quattro giornate. All’apparenza con il Pontedera sembrano dei punti persi ma quando si muove la classifica va sempre bene".

Perché numeri alla mano, i biancorossi hanno rimontato tre volte su tre, con il Pescara, la Spal e martedì sera con il Pontedera. A Ferrara addirittura è riuscita una rimonta completa, con sorpasso. Certo, come dice l’allenatore, il Perugia dovrebbe concretizzare di più, ma non è trascurabile "che i quattro gol realizzati siamo stati messi a segno da quattro marcatori diversi". Mica male avere tante possibilità: fino ad ora hanno segnato difensori (Cancellieri), centrocampisti (Iannoni) e attaccanti (Vazquez e Matos). E a proposito del brasiliano "dalla tribuna ho sentito qualcuno dire che avrei dovuto sostituirlo. In Italia ci sono 60 milioni di allenatori. Ma è un giocatore in grado di saltare l’uomo e contro il Pontedera creare la superiorità numerica era fondamentale".

Per un giocatore che ha ritrovato il sorriso, ce ne è un altro che lo ritroverà. "Ricci per noi è un giocatore importante, lo dobbiamo mettere in condizione. Vi chiedo la cortesia di frenare i giudizi". Infine Baldini si scalda su un concetto che lo turba. Un problema esasperato nel match col Pontedera. "Il gioco si ferma troppo. Con la Spal è stato fermo per 48 minuti. Sono convinto che con il Pontedera si andrà oltre. Voglio vedere se prima o poi questa cosa si risolve. Se in serie A si arriva a 30, 32’, in C si arriva a 60 minuti. Non è possibile".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su