I cinque motivi per non perdere Pisa-Como

Con il quindicesimo posto in classifica il Pisa deve rialzare la testa per non sprofondare

di MICHELE BUFALINO
3 novembre 2023
L'ex della partita Federico Barba

L'ex della partita Federico Barba

Pisa, 3 novembre 2023 - Contro il Como i nerazzurri tornano all'Arena per cercare di tornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive. LA VITTORIA CHE MANCA - Forse troppo impegnata a mettere in pratica alcuni dettami tattici, al cambiare della gara, come al solito, il Pisa non riesce a cambiare marcia, cambiando a sua volta con il ritmo della partita. I soliti problemi stanno in questo vanificando tutto il prezioso lavoro svolto nelle scorse settimane e mesi. Serve una scossa, serve una vittoria convincente. RISALIRE PER NON SPROFONDARE - Con il quindicesimo posto in classifica il Pisa deve rialzare la testa per non sprofondare. Troppi sono gli esempi negativi in tal senso. Non solo la Sampdoria che quest'anno sta andando sempre più giù ma anche Benevento e Spal che lo scorso anno sono scivolate addirittura in Serie C provenendo dalla Serie A. Il rischio inizia a diventare concreto, ma occorre anche la giusta mentalità. STADIO E GRADINATA - Oggi arriveranno le decisioni della commissione di vigilanza in merito all'Arena Garibaldi. Alla vigilia di Pisa-Como, il responso definitivo sull’eventuale chiusura totale del settore. Sul tavolo la relazione di Palazzo Gambacorti relativa agli interventi sull’area interessata dal distacco di intonaci. Se le relazioni prodotte dall’amministrazione comunale convinceranno le autorità competenti allora il settore di gradinata sarà aperto, in caso contrario rimarrà chiuso e gli abbonati verranno dirottati in tribuna superiore e inferiore. CHE BARBA DI AVVERSARIO - Contro il Como il Pisa ritroverà Federico Barba, titolare inamovibile e tra i 'bomber' dei comaschi con ben 2 reti in 10 presenze, risultando anche decisivo contro lo Spezia in esterna. Barba nelle scorse settimane si è anche laureato in Diritto ed Economia delle Imprese, conquistata tra una seduta di allenamento e l'altra, prendendo il titolo di studio all'Università Telematica Giustino Fortunato. Si tratta della prima volta che il difensore torna a Pisa da avversario dopo la cessione di questa estate. TORREGROSSA SI O NO - Per tutta la settimana ha tenuto banco la situazione di Ernesto Torregrossa. Il giocatore è stato in dubbio pur allenandosi a parte e oggi Aquilani scioglierà le riserve su di lui. Con un attacco che fatica a decollare l'apporto dell'italo-venezuelano è fondamentale per la squadra. Michele Bufalino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su