Torregrossa non ci sarà. Scatta il toto-sostituto

"Ernesto ha avuto un problema al polpaccio, tiene molto al gruppo, ci dispiace". Stefano Moreo l’indiziato principale, con Gliozzi e Mlakar più indietro.

4 novembre 2023
Torregrossa non ci sarà. Scatta il toto-sostituto

Torregrossa non ci sarà. Scatta il toto-sostituto

La sequenza di infortuni e assenze in casa nerazzurra proprio non vuol saperne di attenuarsi. Dopo la gara di Venezia le parole di Giovanni Corrado avevano lasciato qualche speranza, invece Ernesto Torregrossa non è riuscito a recuperare dal nuovo acciacco fisico in tempo utile per strappare la convocazione per la sfida al Como di oggi pomeriggio. "Ernesto ha avuto un problema al polpaccio e si è fermato nuovamente – ha commentato con un pizzico di rammarico Alberto Aquilani nel corso della presentazione del match valido per la dodicesima giornata di campionato -. È un ragazzo che tiene molto alla maglia e al gruppo e ci dispiace molto non averlo a disposizione". L’assenza del numero 10 spalanca così le porte per una volata verso il ruolo di riferimento del pacchetto offensivo: al momento è Stefano Moreo l’indiziato principale per indossare questa maglia, con Gliozzi e Mlakar più indietro. Percorrendo a ritroso il campo, alle spalle della punta Mattia Valoti – attualmente capocannoniere della squadra con 2 centri, entrambi dal dischetto – dovrebbe essere confermato titolare dopo la prova di sei giorni fa.

Accanto a lui, a dividersi i compiti sulla trequarti, il duello è tra Vignato e Arena. Il primo è alla ricerca della miglior condizione (principalmente psicologica), il secondo dopo l’infortunio alla caviglia sta lentamente ritrovando forza nelle gambe e scalpita per lasciare il segno. In mediana il recordman Marius Marin potrebbe condividere ancora una volta la cabina di regia con Miguel Veloso, protagonista della prima frazione in laguna prima di essere richiamato in panchina all’intervallo da Aquilani. Sulle corsie laterali è difficile rinunciare alla brillantezza e all’intraprendenza di Tomas Esteves e Lisandru Tramoni, tra i pochi elementi in grado di fare la differenza nell’uno contro uno e nel fraseggio con la palla a terra. Ecco perché, rispetto alle scelte iniziali della scorsa settimana, a farne le spese potrebbe essere Barbieri, nonostante la discreta prestazione coronata dal rigore conquistato in avvio di gara. L’ultimo ballottaggio riguarda la linea difensiva schierata a protezione di Nicolas, che ancora una volta sembra indirizzata sui tre elementi: Maxime Leverbe infatti contro gli arancioneroverdi ha confermato di attraversare un periodo di flessione dopo le buone prestazioni offerte nella primissima parte del torneo, e alle sue spalle la candidatura di Arturo Calabresi ha guadagnato credibilità. Nel caso in cui dovesse scendere in campo il centrale romano nella posizione di "braccetto destro", al centro della retroguardia andrebbe Canestrelli, con Beruatto confermato sul centrosinistra.

M.A.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su