Real Madrid, giocatori delle giovanili fermati per video hot con una minorenne

I fatti riguardano un atleta del Castiglia, e tre del Real C. L’indagine non è ancora conclusa e non è escluso che possano essere coinvolti anche giocatori della prima squadra

14 settembre 2023
Real Madrid, stadio Santiago Bernabeu

Real Madrid, stadio Santiago Bernabeu

Madrid, 14 settembre 2023 - Uno scandalo sessuale sta investendo il settore giovanile del Real Madrid, ma secondo ben informati non è escluso che possa essere coinvolto anche qualche calciatore della prima squadra. Quattro atleti, uno del Castiglia, la squadra B del Real, e tre dell Real C sono stati fermati in seguito alla diffusione di un video a sfondo sessuale che coinvolge una ragazza minorenne, dopo che la madre ha presentato denuncia il 6 settembre.

Secondo il giornale El Confidencial i fatti sarebbero accaduti a Mogan, un comune delle Canarie. I quattro sono stati bloccati dalla Guardia Civil nel centro tecnico di Valdebebas: gli agenti li hanno fermati poco prima che scendessero in campo per l'allenamento. Tre sono stati messi in stato di fermo e poi rilasciati, mentre uno è stato solo interrogato.

L’accusa

Secondo l'agenzia Efe nel video in questione ci sono immagini di rapporti sessuali che appaiono consenzienti tra uno di questi calciatori e una 16enne. Per ora l'ipotesi di reato è di "rivelazione di segreti di carattere sessuale", in quanto la diffusione di questo video sarebbe avvenuto senza l'assenso della ragazza.

Real: “Misure opportune”

Il Real Madrid in un comunicato fa sapere di essere al corrente che "un giocatore del Castilla e tre del Real C sono stati sentiti dalla Guardia Civil in merito alla presunta diffusione di un video privato tramite whatsapp. Il club adotterà le misure opportune quando avrà conoscenza dei fatti in maniera dettagliata".

Ministra: "E' violenza sessuale"

"Anche diffondere immagini sessuali senza consenso costituisce violenza sessuale, e ciò è riconosciuto dalla Legge del 'Solo un sì è sì'", ha twittato la ministra delle Pari Opportunità spagnola, Irene Montero, poco dopo la notizia sul fermo di quattro giocatori delle giovanili del Real Madrid. "La Spagna ha detto #basta: abbiamo l'obbligo di non voltarci dall'altra parte e garantire tutti i diritti a tutte le donne. Tutto il mio sostegno alla vittima e alla sua famiglia", ha aggiunto Montero.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su