Occhio al Lecco. I granata sfidano una squadra che sta volando

I lombardi sono reduci da due vittorie di fila. Nesta: "Sfida complicata, ma siamo pronti".

di FRANCESCO PIOPPI -
5 novembre 2023
I granata sfidano una squadra che sta volando

I granata sfidano una squadra che sta volando

Dimenticate il Lecco delle prime giornate: fragile, sterile, quasi impaurito dal salto di categoria. Oggi alle 16,15 al ‘Città del Tricolore’ la Reggiana riceverà una squadra combattiva, tenace e rinfrancata dalle due vittorie consecutive, ottenute contro Pisa e Palermo. L’esonero di Foschi, timoniere dello storico ritorno in B dopo 50 anni, e la promozione del vice Malgrati - affiancato dall’ex bomber della Reggina Bonazzoli - ha portato a una svolta emotiva e tattica. La ‘scossa’ ha prodotto come sempre nuove motivazioni e il passaggio dal 3-5-2 al 4-3-3 (che diventa 4-5-1 in fase di non possesso) ha reso la squadra più compatta e pronta a ripartire in contropiede. Armi ‘vecchie’ come il mondo, ma sempre efficaci per un collettivo che bada al sodo e vuole salvarsi. "Sarà una sfida molto difficile, contro una squadra che ha grande entusiasmo - ha spiegato Nesta - Mercoledì abbiamo giocato in Coppa Italia e con lo staff abbiamo lavorato per gestire al meglio le energie dei calciatori anche alla luce di questo impegno, ma ci siamo preparati bene".

Le notizie migliori arrivano dall’infermeria che lentamente sta iniziando a svuotarsi. I granata recuperano infatti sia Szyminski, fermatosi precauzionalmente nell’intervallo con la Feralpi per un affaticamento all’adduttore destro, che Sampirisi che ha smaltito l’infortunio al pettineo sinistro che lo aveva tenuto fuori con Venezia, Feralpi e Genoa. Niente da fare invece per Pajac (adduttore sinistro) che lavora per rientrare dopo la sosta, con l’Ascoli, e nemmeno per Pettinari (soleo sinistro) e Romagna (retto femorale) che saranno pronti solo a dicembre (il 2 c’è il derby col Modena…). Rispetto alla trasferta di Coppa Italia al ‘Ferraris’ la formazione titolare dovrebbe essere la seguente: Bardi in porta, difesa a quattro con Sampirisi bloccato a destra e Pieragnolo cursore a sinistra, centrali Marcandalli e Rozzio. A centrocampo Cigarini dovrebbe essere confermato dall’inizio per la terza consecutiva, affiancato da Bianco e Crnigoj, con Portanova e Antiste alle spalle di Gondo. La posizione di Portanova, come sempre, sarà intercambiabile anche con quella di Crnigoj sia in fase di possesso che di recupero palla. La forza del Lecco nelle ultime gare è stato il collettivo, ma non mancano i singoli con buone qualità come il centravanti Novakovich, che in estate era stato cercato anche dalla Reggiana, l’esterno offensivo Busio o il veterano Ionita, una delle colonne del centrocampo e dello spogliatoio. Impossibile poi dimenticare Guglielmotti, passato ai piemontesi dopo aver esordito in B con la Reggiana (a Cittadella). Rientra dopo un problema al polpaccio e vuole fare bella figura di fronte a una città e ad una tifoseria a cui è ancora legatissimo.

Chiudiamo con i biglietti venduti: 1954 il totale, di cui 810 per la curva nord. Gli ospiti non possono più acquistare tickets.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su