Scorsini e la sconfitta interna con L’Aquila: "Fano, con tanti giovani può anche capitare"

Il tecnico e gli errori che sono costati la partita: "Succede quando si imposta una squadra verde ma tutti hanno onorato la maglia"

3 novembre 2023
Scorsini e la sconfitta interna con L’Aquila: "Fano, con tanti giovani può anche capitare"

Scorsini e la sconfitta interna con L’Aquila: "Fano, con tanti giovani può anche capitare"

I peccati di gioventù condannano il Fano sconfitto a domicilio da un L’Aquila al quale non basta neppure la vittoria per salvare la testa di mister Massimo Epifani, esonerato poche ore dopo aver espugnato il "Mancini". "Bisogna partire da un presupposto – dice mister Scorsini che mercoledì pomeriggio ha assistito da squalificato alla gara in tribuna – che una squadra giovane tanto ti dà e tanto ti toglie". Il riferimento è all’errore marchiano compiuto dai giovani Pensalfini e Mancini nel secondo tempo sulla fascia destra che è costato il calcio di punizione con il quale L’Aquila, secondo uno schema collaudato, è riuscita a ritornare di nuovo in vantaggio dopo il temporaneo pareggio di Tenkorang. "Temevo alla vigilia L’Aquila, la quale sarebbe arrivata a Fano col dente avvelenato – ha ribadito il tecnico dell’Alma – ma nonostante il gol subito all’inizio, che non si doveva prendere, eravamo riusciti a pareggiare e quindi mentalmente eravamo nelle condizioni di poter provare addirittura a vincerla. Il secondo gol loro è stato fatale perché poi loro hanno giocatori esperti, sornioni, bravi a far innervosire i nostri che sono quasi tutti ragazzi. Purtroppo gli errori ci stanno e ora dobbiamo essere bravi a correggerli". La sconfitta, del tutto inaspettata nell’infrasettimanale, complica il cammino dei granata che con questa battuta d’arresto sono finiti nel gorgo dei playout e sono attesi domenica ad un altro difficile scontro col Campobasso in trasferta. Ieri mister Scorsini ha concesso al gruppo un pomeriggio di riposo dopo le fatiche di mercoledì. "Può far bene, non solo fisicamente, ma soprattutto mentalmente, per ricaricarsi" ha detto l’allenatore. In effetti si è visto contro L’Aquila che qualche giocatore granata sta cominciando ad accusare il peso di aver sempre giocato e queste tre gare concentrate in otto giorni richiedono uno sforzo fisico che inevitabilmente finisce per influire sulla prestazione individuale. "Dopo Chieti domenica scorsa, il match di mercoledì contro L’Aquila – dice mister Scorsini – ci attende ora una lunghissima, difficile trasferta contro un Campobasso che oltretutto viene da una sconfitta ad Avezzano. Questo per dire che chiudiamo un miniciclo terribile con sforzi elevati". Ora in vista di Campobasso si valuteranno le condizioni atletiche di ogni singolo giocatore, cercando magari di far riposare chi è apparso più stanco. "L’unica cosa che non posso rimproverare ai miei ragazzi – ha concluso il tecnico di Viterbo – è l’attaccamento che hanno dimostrato alla maglia".

sil.cla.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su