Si gioca alle 18.30. Sabato derby con la Recanatese: la squadra dell’ex Pagliari è quinta

Servirà una grande prestazione contro Sbaffo, Melchiorri & Co.. Obiettivo recuperare Peli. e ritrovare in mediana Paolucci.

14 novembre 2023
Sabato derby con la Recanatese: la squadra dell’ex Pagliari è quinta

Sabato derby con la Recanatese: la squadra dell’ex Pagliari è quinta

Sabato c’è la Recanatese, la squadra dell’ex Melchiorri, formazione sorpresa di queste prime tredici giornate di campionato insieme alla Torres. Per l’Ancona sarà il terzo derby di questo girone di andata e sicuramente la partita più difficile per il momento d’oro che stanno attraversando i giallorossi di Pagliari e dell’ex Pesaresi. Colavitto avrà quattro giorni per preparare la sfida con i leopardiani, per ritrovare Paolucci, per rimettere in sesto Peli, per rivedere all’opera lo Spagnoli protagonista di tante battaglie. Perché contro la Recanatese, sabato pomeriggio, servirà davvero la migliore Ancona. La squadra di Pagliari ha cominciato la stagione con due sconfitte, poi ha inanellato molte ottime prove e ben poche deludenti, ma soprattutto viene da quattro risultati utili consecutivi, prima significativa striscia positiva dall’inizio del campionato: ultima sconfitta il 22 ottobre nel derby a Pesaro. Il capitano Alessandro Sbaffo ha messo a segno finora quattro gol, due dei quali nella partita di domenica scorsa contro l’Olbia, quattro sigilli cui si aggiungono ben cinque assist, il tutto in dieci partite, perché tre le ha saltate. E poi c’è Federico Melchiorri, anche lui finora quattro reti con la maglia della Recanatese, più tre assist, il tutto in dodici gare giocate con la maglia giallorossa.

Il suo ritorno al Del Conero avrà un sapore speciale, perché l’attaccante è arrivato lo scorso anno a gennaio dal Perugia e con sei gol nelle quattordici partite disputate con la maglia dell’Ancona ha senz’altro lasciato un ottimo ricordo, mettendo in mostra le sue indiscusse qualità di bomber, indimenticabile la rete messa a segno a Montevarchi il 31 gennaio scorso, gol da subentrato con cui ha deciso il match. Sbaffo e Melchiorri sono due animali d’area di rigore che l’età sembra aver solo parzialmente ridimensionato: il cigno di Macerata, infatti, è il quarto giocatore della rosa di Pagliari per minutaggio da inizio stagione, e Sbaffo è più indietro solo perché ha saltato tre gare. Un duo affiatato, capace di far giocare anche il resto della squadra che conta altri elementi di valore come Senigagliesi, Carpani, Morrone e Lipari. Avversario quinto in classifica e in gran forma, i dorici sono avvisati.

g. p.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su