Spagnoli castiga la Recanatese. È l’Ancona a prendersi il derby

Una doppietta dell’attaccante manda ko i leopardiani: il Del Conero resta un campo stregato

di ANDREA VERDOLINI -
19 novembre 2023
Spagnoli castiga la Recanatese. È l’Ancona a prendersi il derby

Spagnoli castiga la Recanatese. È l’Ancona a prendersi il derby

2

RECANATESE

0

(4-3-3): Perucchini; Clemente (25’st Barnabà), Cella, Pellizzari, Agyemang; Coli Saco (37’t Marenco), Gatto, Paolucci (25’st Peli); Energe (18’Cioffi), Spagnoli, Mattioli All.Colavitto. A disp. Vitali, Martina, Nador, Kristoffersen, Dutu, Radicchio, Gavioli, Basso, Testagrossa.

RECANATESE (4-4-2): Meli; Veltri, Ricci, Peretti, Longobardi (38’st Manè); Senigagliesi (1’st Ferretti), Prisco (18’st Morrone), Carpani (38’st Gomez), Lipari (18’Giampaolo); Sbaffo, Melchiorri All. G.Pagliari. A disp. Mascolo, Quacquarelli, Ferrante, Egharevba, Marinacci, Tiberi.

Arbitro: Perri di Roma.

Reti: 6’st e 22’(rig) Spagnoli.

Note: spettatori: 4.153 (91 gli ospiti). Angoli 4-8. Recupero 0’+4’ ammoniti Spagnoli, Morrone.

Il "Del Conero" non è davvero un campo propizio per la Recanatese che esce battuta con un punteggio che va forse oltre i propri demeriti. Se consideriamo il "fatturato" delle occasioni e il possesso palla complessivo il derby è stato equilibrato e alla fine il verdetto è stato determinato da un paio di episodi e dalla "vena" di Spagnoli che, in prima linea, è una certezza. Cos’è mancato ai leopardiani? La concretezza che poi nel calcio è tutto, considerando che dal punto di vista della manovra non ci sono particolari rilievi da fare. La gara è "viva" sin da subito: discesa di Agyemang e sul rinvio della difesa il rientrante Paolucci prova la botta che termina a lato. Il primo squillo giallorosso è di Lipari il cui tiro a giro è deviato in corner. Al 24’ sul cross dalle retrovie di Clemente, perentorio stacco di testa di Spagnoli che lambisce il palo e subito dopo il più insidioso dei dorici, Energe cerca il palo lontano e non lo trova di pochissimo. La Recanatese si mangia le mani alla mezz’ora per una ripartenza fulminea vanificata da un ultimo passaggio errato di Lipari. E’ ancora Energe a creare grattacapi: l’esterno napoletano si mette in proprio e Meli deve ricorrere a tutti i suoi centimetri per deviare in corner. La chance migliore arriva al 40’: al termine di un’azione tambureggiante Carpani crossa morbido in area per Melchiorri che da favorevole posizione di testa manda a lato. La gara si sblocca ad inizio ripresa: irresistibile Coli Saco sulla fascia, l’ex napoletano va via di forza e rimette al centro dove arriva il tap-in vincente di Spagnoli. Poco dopo spunto di Longobardi, sottoporta Ferretti cerca la deviazione, Perucchini respinge e Sbaffo spara alle stelle. Capovolgimento di fronte e Spagnoli "divora" il raddoppio spedendo a lato da posizione invidiabile. La partita sale di tono: Melchiorri va via a Clemente, rimette in area dove Sbaffo non ci arriva per un soffio. La svolta al 22’: discesa di Clemente e sul prosieguo Ferretti atterra Paolucci. Rigore solare che Spagnoli trasforma impeccabilmente. Tentativo di Giampaolo su punizione ma Perucchini ci arriva. I minuti trascorrono: Melchiorri cerca la zampata vincente in area ma non è serata. Pagliari gioca tutte le sue carte a disposizione senza mutare l’inerzia. Il derby termina 2-0 ed è immediatamente il caso di voltare pagina, con un po’ di amarezza ma senza troppi rimpianti.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su