Spagnoli: "L’Ancona può e deve sorprendere". Con il Cesena martedì alle 20.45 in diretta Rai

Il bomber biancorosso: "Questa è una città calorosa, sono felice di stare qui. Ho rivisto la partita a casa, non ci hanno impensierito"

13 settembre 2023
Spagnoli: "L’Ancona può e deve sorprendere". Con il Cesena martedì alle 20.45 in diretta Rai

Spagnoli: "L’Ancona può e deve sorprendere". Con il Cesena martedì alle 20.45 in diretta Rai

La settimana "corta" che porta alla sfida con il Pineto scorre veloce. Con diverse novità, buone e meno buone. Al momento sembra che venerdì i dorici dovranno fare ancora a meno di Dutu, Pellizzari e Agyemang, con il solo Pellizzari disponibile per andare in panchina contro i neopromossi abruzzesi, nonostante la fascite plantare, pronto a essere utilizzato se proprio ce ne fosse la necessità.

Perucchini è nuovamente alle prese con un fastidio all’anca, il portiere attende l’esito della risonanza cui s’è sottoposto ieri ma circa le sue condizioni trapela ottimismo, anche se ieri s’è allenato a parte: il problema non dovrebbe impedirgli di essere regolarmente in campo. Venerdì, tra l’altro, l’Ancona dovrà fare anche a meno di Marco Donadel, il tecnico è stato fermato per un turno dal giudice sportivo in seguito all’espulsione contro il Gubbio.

Intanto sarà Cesena-Ancona il posticipo che andrà alle 20.45 in diretta su RaiSport, la prossima settimana. Quanto alla partita di venerdì, l’arbitro sarà Marco Di Loreto di Terni, con lui gli assistenti Vincenzo Abbinante di Bari e Davide Rignanese di Rimini, quarto ufficiale Samuele Andreano di Prato. Alberto Spagnoli è il biancorosso del momento, non solo per il suo gol di Chiavari e l’assist per Paolucci di sabato scorso, ma perché è al centro del progetto biancorosso, come dimostra il rinnovo del suo contratto di lunedì scorso. Il bomber di Pordenone è intervenuto lunedì pomeriggio a Radio Tua commentando innanzitutto il suo rinnovo: "Ancona è una città calorosa che mi ha accolto bene sin dall’inizio. Vengo da un anno positivo, anche personalmente, abbiamo finito i playoff con qualche rammarico ma bene, e siamo ripartiti con ottimi propositi.

E la mia felicità è grande per questo rinnovo, perché firmare il contratto con una società solida che dimostra di avere delle idee chiare e una prospettiva di lungo termine è motivo di orgoglio". Undici centri più quello ai playoff, peccato per l’infortunio che lo scorso anno ha condizionato il suo campionato: "Durante quel periodo negativo ho continuato a ripeterlo, che sono cose che capitano, che fanno parte del gioco, nel nostro mestiere. L’importante è che sia riuscito a riprendermi fisicamente e mentalmente. Adesso si pensa al presente e sono contento di essere qui e di vestire questi colori". Poi Spagnoli è tornato sulla partita di sabato scorso contro il Gubbio: "L’ho rivista a casa, ho avuto impressioni positive, abbiamo lottato, abbiamo avuto occasioni nel primo tempo, loro non ci hanno impensierito. Chiaro che nel secondo tempo dopo essere andati in vantaggio dovevamo reagire in maniera diversa… Dispiace, perché l’esordio in casa ce lo aspettavamo diverso". Sui suoi obiettivi e su quelli dell’Ancona ha concluso: "Vorrei fare più gol possibili e superare i numeri dello scorso anno, è una sfida con me stesso. L’Ancona può e deve sorprendere, il girone può sembrare più complicato dello scorso anno ma questo ci deve stimolare, mi auguro di trovare un cammino positivo che si possa autoalimentare anche grazie ai tifosi".

Giuseppe Poli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su