La vigilia del tecnico: "L’assenza di Contiliano (febbricitante) non ci voleva, ma non deve essere un alibi». Colucci: "Vogliamo fare una gara importante»

Mister Colucci è sconsolato per l'indisponibilità di Contiliano, febbricitante. Lavoro sull'organizzazione, l'attenzione e la concentrazione per tutti i 95 minuti. Maistro può ricoprire qualsiasi ruolo. Colucci non è scoraggiato, ma vorrebbe vedere la squadra al completo.

19 novembre 2023
Colucci: "Vogliamo fare una gara importante"

Colucci: "Vogliamo fare una gara importante"

Alla vigilia di Carrarese-Spal mister Colucci (nella foto) perde un’ulteriore pedina: Nicolò Contiliano. Il giovane biancazzurro è febbricitante e pertanto non sarà della partita. Il tecnico spallino appare abbastanza sconsolato durante la consueta conferenza stampa pre partita di sabato.

"A Sassari avevamo fatto una buona prestazione, voluta e ottenuta – spiega il mister –. Che è quello che dobbiamo cercare di fare a Carrara. Dobbiamo fare una partita di attenzione e concentrazione, per tutti e 95 i minuti. Con grande organizzazione, piglio. Quando c’è da andare ad affamare l’avversario ci si va, quando bisogna invece difendere, va fatto con i denti".

Ha avuto modo di recuperare qualcuno degli infortunati? "No, ed abbiamo perso Contiliano perché ha la febbre".

Tatticamente che Spal si vedrà?

"Noi lavoriamo sempre su due situazioni, come dico sempre bisogna mettere i giocatori nel posto giusto per farli rendere al massimo delle proprie possibilità. Con quelli che siamo, metteremo in campo una formazione per fare una gara importante".

In vista della gara di Carrara, su quali aspetti avete focalizzato il lavoro?

"Sugli errori commessi. Abbiamo avuto una settimana completa anche per lavorare dal punto di vista fisico. Stiamo recuperando anche alcuni ragazzi dal punto di vista della condizione. Certo, non ci voleva l’indisponibilità di Contiliano".

Col Pontedera si è messo in evidenza Maistro rispetto alle gare precedenti: pensa possa essere più utile vicino alla porta avversaria o arretrato per la fase di costruzione a centrocampo?

"Lui può fare qualsiasi ruolo, sia in mezzo sia in attacco, quindi in base a dove avremo esigenza lo utilizzeremo. Abbiamo valutato se portarlo in avanti, se farlo giocare mezzala".

Si sente un po’ scoraggiato per come stanno andando le cose? "Scoraggiato no. Quando si dice che bisogna alzare l’asticella dell’autostima per i giocatori, lo stesso vale anche per l’allenatore. Devo ritrovare quei 4-5 che si sono infortunati. Non lo so, avrei voluto vedere la squadra con tutti gli effettivi. Però questo non è un alibi, bisogna andare avanti".

Beatrice Bergamini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su