Le pagelle: ancora una volta, dopo Del Favero, si gettano punti con ingenuità dell’estremo difensore. Quando si interverrà ingaggiandone uno all’altezza?. L’errore di Alfonso costa caro, serve un portiere con urgenza

Maistro come ’falso nove’ viene cancellato dalla partita. Colucci nella sua gestione non ha dato gioco e nemmeno riferimenti

20 novembre 2023
L’errore di Alfonso costa caro, serve un portiere con urgenza

L’errore di Alfonso costa caro, serve un portiere con urgenza

ALFONSO 4. Costa la partita. Da Del Favero a lui, che pure nelle ultime giornate era stato anche di aiuto, la Spal continua a gettare punti nel finale con i suoi portieri. Chissà se capiranno che ne serve uno con urgenza.

FIORDALISO 5,5. Neppure nella peggior versione, anche se nel finale concede un pericoloso calcio di punizione per il consueto eccesso di irruenza.

VALENTINI 6. Ormai l’ultimo dei mohicani.

BASSOLI 6. Anche lui nel complesso tiene.

TRIPALDELLI 5,5. Dietro la Spal regge, ma la sua prova è tutta e soltanto difensiva a immagine e somiglianza di quella della squadra.

COLLODEL 5. Corre, insegue, chiama il pressing, si sbatte, ma i piedi sono quel che sono.

CARRARO 5. Impassibile, flemmatico che piova o tiri vento, lui va del suo passo.

PULETTO 5. Corsa e basta anche per lui, è generoso ma approssimativo.

ORFEI 5. Corre a vuoto, sino all’ingresso di Antenucci, davanti nessuno la prende mai.

MAISTRO 5. Mettilo a fare il falso nove e lo cancellerai ancor più dalla partita. Morbido il contrasto a Panico sul gol, ma non è che fosse una irresistibile frustata. Capitano per un’ora.

RAO 5. Non si accende mai.

ANTENUCCI 6. Mica grandi cose, ma quando entra tiene qualche palla (anche se più ripiegando che andando in avanti) e aiuta un filo la Spal ad alleggerire la pressione. La Carrarese dal quarto d’ora della ripresa non ha più occasioni prima del gol. ROSAFIO 5. Non fa molto e si fa saltare da Cicconi per il cross del gol.

BERTINI 5,5. Prova a dare una manina, anche con un giallo.

CELIA 5,5. Entra nel finale e può solo rincorrere. Ai singoli calciatori della Spal l’impegno non manca: è la squadra che è proprio così, e loro sono questi. COLUCCI 4. Cambia ancora: difesa a 4. Presenta una Spal incapace di superare la metà campo, che fa vergognare i suoi tifosi già in corso d’opera. Non ha dato gioco né riferimenti. Risultato: primo e unico tiro al 63’. E’ anche sfortunato, perchè perde quando sembrava fatta. Ma il pari avrebbe cambiato di poco il discorso.

SACCHI 6. Dirige con una certa sufficienza ma non fa danni.

Mauro Malaguti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su