"Situazione pesante, ma dobbiamo uscirne"

La delusione di Colucci: "Perdere in questo modo fa male, sono le scelte sbagliate ad impedirci di arrivare sotto porta"

20 novembre 2023
"Situazione pesante, ma dobbiamo uscirne"

"Situazione pesante, ma dobbiamo uscirne"

È un ko che fa particolarmente male a Leonardo Colucci quello rimediato allo stadio Dei Marmi, soprattutto per come è avvenuto. Il tecnico pugliese aveva impostato una gara di contenimento, con l’obiettivo di resistere alle avanzate della Carrarese senza rinunciare a colpire con qualche ripartenza in campo aperto. In realtà, la Spal è riuscita ad alzare un muro quasi invalicabile davanti ad Alfonso (fino al 95’), rinunciando però di fatto ad impensierire la squadra di Dal Canto. E alla fine è stata punita dal colpo di testa di Panico, proprio quando il pareggio a reti inviolate sembrava cosa fatta. "Perdere così fa male – spiega mister Colucci dopo la gara con la Carrarese –, perché i ragazzi hanno dato tutto combattendo su ogni pallone dal primo all’ultimo minuto. Prendere gol proprio alla fine lascia l’amaro in bocca, è inutile nascondersi dietro ad un dito, però bisogna reagire e pensare alla prossima partita. Analizzando gli errori, con la speranza che attraverso il lavoro e il desiderio di strappare il risultato con unghie e coi denti si arrivi finalmente ad una svolta".

A Carrara la Spal è scesa in campo con un assetto diverso dal solito, con Maistro al centro dell’attacco al posto di Antenucci, e Orfei e Rao esterni d’attacco. "L’avevamo pensata così, per non dare punti di riferimento ai nostri avversari – continua l’allenatore –. Giocare con due punte esterne per attaccare la profondità, era quello l’obiettivo. I ragazzi sono stati bravi ad interpretare la gara, ma ci manca sempre qualcosa per fare l’ultimo passaggio e segnare: sono le scelte sbagliate ad impedirci di arrivare sotto porta. Il prossimo match con l’Ancona? Inutile negarlo, l’umore non è positivo. Ma bisogna rialzare la testa, ripartendo con furore e vigore, senza piangerci addosso perché non serve a nulla. Dobbiamo tornare a lavorare come stiamo facendo, mettendoci però qualcosa in più perché evidentemente non basta. È una situazione che comincia a pesare, ma dobbiamo venirne fuori tutti insieme, il sottoscritto assieme ai ragazzi".

I biancazzurri torneranno in campo sabato prossimo in casa con l’Ancona (ore 16,15), poi il 2 dicembre faranno visita al Gubbio. Gli ultimi tre impegni prima del giro di boa sono fissati tra il 9 e il 23 dicembre contro Virtus Entella (in casa), Pineto (in trasferta, il 16 dicembre) e Olbia (al Mazza). La serie C poi riprenderà intorno al 7 gennaio con la prima giornata di ritorno.

s.m.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su