Spal, la Juve dei giovani per rialzare la testa

Stasera ad Alessandria contro la formazione Next Gen dei bianconeri deve dimenticare Perugia. Probabile un ampio turn over

19 settembre 2023

Non c’è tempo per riflettere su quello che non ha funzionato venerdì scorso contro il Perugia, perché il calendario impone alla Spal di tornare subito in campo. Stasera alle 20,45 allo stadio Moccagatta di Alessandria la squadra di Di Carlo farà visita alla Juventus Next Gen che nelle due partite disputate non ha racimolato nemmeno un punto. Va detto che la squadra di Brambilla finora ha giocato sempre in trasferta, perdendo 3-1 a Pescara e 4-3 a Rimini. Il dato più evidente è quello delle reti al passivo (sette in due gare), ma il tecnico della Juve sa bene che il gruppo che ha a disposizione è soggetto ad incidenti di percorso: "Il risultato negativo fa cambiare il giudizio su una partita giocata bene – osserva mister Brambilla –. Siamo arrabbiati: è stata un’altra sconfitta che non meritavamo. Ma la accettiamo, fa parte del percorso di crescita e dobbiamo essere bravi a trasformare la rabbia in energia positiva. Si profila una gara difficile contro una squadra forte che lo scorso anno era in serie B e vuole vincere il campionato. Ha giocatori d’esperienza: è la gara più difficile che potevamo aspettarci. In ogni caso, non pensiamo troppo a quanto accaduto a Rimini: siamo proiettati in avanti e siamo pronti ad affrontare una squadra forte come la Spal.

Il Moccagatta? L’anno scorso in casa abbiamo fatto tanti punti e messo in difficoltà tante squadre. Ma per noi cambia poco: è vero che in trasferta si crea un clima diverso, ma vogliamo giocare nello stesso modo e lo dimostrano le due gare già fatte". Inutile dire che a prescindere dal talento della Juventus Next Gen la Spal sulla carta è più forte e deve assolutamente provare a tornare da Alessandria con tre punti in saccoccia. Mister Di Carlo cambierà diversi interpreti rispetto al match col Grifo. In difesa si prevede una maglia da titolare per Peda al posto di Valentini, a centrocampo Collodel è il principale candidato a sostituire Parravicini e in attacco Rabbi e Orfei potrebbero partire dal primo minuto al posto di Antenucci e Rao. A prescindere dalla formazione comunque contro la seconda squadra della Juventus servirà un’altra Spal, con uno spirito e un atteggiamento completamente diversi da quelli che venerdì scorso hanno fatto arrabbiare i tifosi biancazzurri.

RADIOCRONACA. A partire da stasera, torna la radiocronaca – curata da Alessandro Sovrani – delle partite della Spal. L’appuntamento per gli appassionati è su Radio Bruno (frequenze FM: Ferrara 94,9 mhz, Comacchio-lidi 100,0 mhz, oltre all’app scaricabile gratuitamente).

Stefano Manfredini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su