In Bahrain l’esame ai rookie per la prossima stagione, c’è anche il figlio di Patrese su una Ferrari. Valentino va fortissimo: terzo nelle prove per l’Endurance

Valentino Rossi, a 44 anni, ha dimostrato di essere un perfetto debuttante nel Mondiale Endurance, piazzandosi a pochi centesimi dai riferimenti del campione del fanatec Gt Challenge Europe. Obiettivo: sperimentare e capire il feeling con un bolide che lo avvicina al sogno di partecipare alla 24 Ore di Le Mans.

di RICCARDO GALLI -
6 novembre 2023
Valentino va fortissimo: terzo nelle prove per l’Endurance

Valentino va fortissimo: terzo nelle prove per l’Endurance

Sì, Valentino Rossi è un debuttante perfetto. Insommma, a 44 anni, il rookie Vale di strada ne potrà fare. Eccome.

Terzo tempo nella prima sessione (quarto in assoluto): come dire che il test – appunto riservato ai debuttanti nel Mondiale Endurance, andato in scena in Bahrain – ha visto Rossi recitare subito, perfettamente, la scena migliore. Anche perché, podio virtuale a parte, la giornata di lavoro di Valentino è stata più che positiva per i tempi. Rossi si è piazzato a pochi centesimi dai riferimenti del belga Weerts, tre volte campione del fanatec Gt Challenge Europe. Come dire che il passo è stato da subito quello giusto. Tra i giovani impegnati nella giornata dei rookie, presente anche Lorenzo Patrese che per la prima volta ha portato in pista una Ferrari 488 Gte, quella del Richard-Mille AF Corse.

Ma torniamo a Rossi. Valentino ha guidato una delle due Oreca 07 Gibson LMP2 del team Wrt con l’obiettivo di sperimentare e capire il feeling con un bolide che lo avvicina sempre più alla possibilità di realizzare il sogno di partecipare alla 24 Ore di Le Mans. Una decisione in questa direzione, Valentino la prenderà più avanti, e comunque non i tempi lunghissimi. L’obiettivo e il sogno di correre la prossima 24 Ore a Le Mans non è una novità. Così, la decisione per il 2024 di Rossi potrebbe essere questa, ovvero nuova partecipazione al Gt Europe Endurance Cup, come è stato nelle ultime due stagioni e un programma diciamo personalizzato nel Fia Wec (appunto il Mondiale Endurance), con l’iscrizione ad alcune gare, fra le quali appunto, la 24 Ore di Le Mans. Sogni e progetti da numero uno. Anzi, da un rookie di 44 anni.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su