Casoni si conferma super: oro negli 800. Canovi bronzo sui 200, bene le staffette

Gli atleti reggiani in evidenza ai campionati italiani allievi: Soliani nell’alto vola a 1,89. Galeotti nel lungo salta 5,45

di CLAUDIO LAVAGGI -
7 luglio 2024
Casoni si conferma super: oro negli 800. Canovi bronzo sui 200, bene le staffette

Casoni si conferma super: oro negli 800. Canovi bronzo sui 200, bene le staffette

Se hai delle briscole in mano, e per di più sono carichi, male male non ti può andare: così l’atletica leggera reggiana cala il carico sugli 800 metri e Alessandro Casoni li vince facilmente, diventando il nuovo campione italiano di categoria allievi. Questa gara si sviluppa su più serie, con il rischio che un atleta della serie più debole possa vincere il titolo, se quella dei migliori fa gara tattica.

Non è stato così: nell’ultima serie, la più forte, il gruppo è partito abbastanza veloce e il portacolori della Corradini allenato da Emilio Benati e Daniela Barzagli vi è rimasto sino ai 500 metri. Poi si è fatto spazio al largo, si è portato in testa ed ha percorso 300 metri a tutta, staccando gli avversari. Casoni ha vinto in 1’53’’23, su Alessandro Moser in 1’55’’03.

Viola Canovi, la velocista della Corradini, è bronzo sui 200 in 24’’45, superata da una superba Valensin in 23’’48 e da Castellani in 23’’70. Viola parte male dai blocchi e i primi appoggi non sono dei migliori, mentre le altre due se involano, con titolo alla bergamasca: avesse corso sui suoi tempi migliori, Viola sarebbe arrivata comunque terza.

Poca fortuna per Marco Liccardo della Self che sui 200 accede solo alla finale B: poi la vince con il personale di 22’’11 e quindi è nono, anche se nella finale A c’è chi va più piano di lui. Liccardo se la lega a un dito e disputa una 4x100 favolosa: con Leonardo Fabbri, Simone Aprea e Riccardo Tocu corre la serie in 43’’23 distruggendo il vecchio record provinciale e piazzando la Self al sesto posto assoluto, forse inaspettato, ma più che meritato. Sesta arriva anche Sofia Ferrari, sui 3000 chiusi in 10’13’’60: la figlia e nipote d’arte (da parte materna la sua famiglia è Aicardi con mamma Ilaria e il nonno Riccardo) paga la condizione precaria dovuta ai tanti infortuni. Mette in pista tutto il suo carattere e di più non poteva fare. Giulia Tonioni è 30ª in 11’04’’74.

La staffetta 4x100 femminile della Self composta da Anna Monti, Beatrice Boschini, Sofia Cervi e Sofia Galeotti è brava a chiudere quinta in 48’’60, altro risultato prestigioso, viste le 30 squadre al via.

Positiva anche la prestazione di Christian Soliani nel salto in alto, 11° con il personale di 1,89. Giulia Tonioni della Corradini è 20ª sui 2000 siepi, ma con il nuovo record provinciale di 7’38’’73; Sofia Galeotti è decima nel salto in lungo con m 5,45, 17ª Irene Gatti con 4,89; Flavio Ferrari è 15° nella km 5 di marcia in 24’14’’19 (personale); nel martello, 21° Nicolò Davolio con 47,18, 24° Alberto Grassi con 45,22; Tommaso Bertani è 28° sui 400 in 51’’66. Oggi i campionati si chiudono con in pista ancora Casoni sui 1500 maschili e Sofia Ferrari in quelli femminili.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su