Dosso vince in scioltezza i 100 metri. Per la velocista è il quinto titolo italiano

Ai campionati in corso a Spezia, bene la Cantergiani che nei 400 ostacoli ottiene il record provinciale e va in finale

di CLAUDIO LAVAGGI -
30 giugno 2024
Dosso vince in scioltezza i 100 metri. Per la velocista è il quinto titolo italiano

Dosso vince in scioltezza i 100 metri. Per la velocista è il quinto titolo italiano

Zaynab Dosso non tradisce le attese e vince facilmente il titolo di campionessa d’Italia sui 100 metri piani, quinta volta in carriera. Le gare si sono aperte ieri pomeriggio a La Spezia, proseguendo sino a notte inoltrata, identico il programma di oggi che terminerà intorno alle 23. Nei 100 metri avevano già dato forfait alcune azzurre (Bongiorni, Siragusa, Hooper), ritenendo che non valesse la pena correre solo… per il secondo posto, per dirottare le loro energie sui 200 di oggi. Così Zaynab, che pure non avrebbe avuto particolari problemi, ha vinto in controllo la finale in 11’’20, dopo l’11’’25 della batteria. "Dopo gli europei mi sono fermata una decina di giorni - dice l’azzurra che non si è nemmeno tuffata sul traguardo - quindi questi campionati erano importanti per capire la condizione attuale. Ora dobbiamo ancora lavorare per portarci al massimo alle olimpiadi parigine. Del resto non posso forzare sempre, in luglio ho due prove di Diamond League a Parigi e Monaco". I campionati erano iniziati bene per gli atleti reggiani, con Sara Cantergiani della Self Montanari e Gruzza qualificata per la finale dei 400 ostacoli con il nuovo record provinciale di 58’’17. Sara è entrata come ottava, ma a buon diritto, visto che la nona è distanziata di quasi un secondo. Oggi la finale obiettivamente molto complicata, ma la Cantergiani è l’unica ragazza non militare al via e quindi l’unica non professionista. Dopo la Cantergiani è scesa in pista Sandra Milena Ferrari (Fratellanza Modena) sui 100 ad ostacoli. La ragazza reggiana, rientrata in Italia dopo un anno di studi universitari negli Usa e in attesa di tornarvi ad agosto, si piazza terza nella sua batteria in 13’’63, ma il decimo tempo complessivo non basta per mandarla in finale. Nei 100 maschili, bene Michael Kyereme, terzo nella sua batteria in 10’’56, ma nono nel complesso e primo degli esclusi dalla finale, ultimo Alexandru Zlatan in 10’’81. Oggi seconda e ultima giornata degli assoluti: attesa in particolare per la Dosso sui 200, Yassin Bouih sui 3000 siepi, Sandra Milena Ferrari nel lungo e Giuseppe Gravante sui 1500. La Cantergiani corre la finale, in chiusura la staffetta 4x400 femminile della Self.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su