Pugilato in carrozzina: oggi a Lecce Lorenzo Spadafora disputerà il primo match al mondo della nuova specialità. Paraboxe, la prima volta di un pesarese

Lorenzo Spadafora, 36 anni, sosterrà il primo match al mondo di boxe autonoma in carrozzina. Dopo un incidente in motorino che gli ha causato una lesione midollare, ha iniziato a praticare la paraboxe, ottenendo risultati incredibili. Oggi parteciperà a Lecce al primo match ufficialmente riconosciuto, segnando un traguardo importante per lo sport italiano.

18 novembre 2023
Paraboxe, la prima volta di un pesarese

Paraboxe, la prima volta di un pesarese

Dal sogno alla realtà: Lorenzo Spadafora, 36 anni, nato a Monza ma residente ormai da tanti anni a Pesaro, sosterrà il primo match al mondo di boxe autonoma in carrozzina. Spadafora combatte per la FightHouse Pesaro, un’associazione attiva sul territorio ormai da quattro anni per promuovere e valorizzare i talenti nello sport da combattimento. La storia di Lorenzo è drammatica: dieci giorni prima di compiere 18 anni ebbe un incidente in motorino, che gli causò una lesione midollare e la conseguente perdita dell’uso delle gambe. Da quel momento la sua vita cambiò completamente. Fu dimesso dall’ospedale dopo sei mesi di ricovero e, non volendo abbandonare la sua passione per lo sport, iniziò in un primo momento a praticare nuoto agonistico. Il destino però lo porterà anni dopo ad essere una stella in un ambito completamente diverso: la paraboxe. Uno sport che ha iniziato a praticare in età adulta, ottenendo subito risultati incredibili. Tanto che proprio oggi parteciperà a Lecce, nella Main Card di Fight clubbing 32, al primo match al mondo di boxe in carrozzina ufficialmente riconosciuto, all’interno delle semifinali dell’esclusivo torneo trasmesso in mondovisione su Dazn, che terminerà a Chieti sabato 16 dicembre. Lorenzo segnerà un traguardo importante, non solo per questa disciplina ma per lo sport italiano.

e.f.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su