Signani Il 18 novembre match contro Tyler

Dopo l’annullamento dell’incontro dell’1 aprile, ora il pugile tornerà sul ring per difendere il suo titolo europeo dei medi a Wolverhampton

di ERMANNO PASOLINI -
26 settembre 2023
Signani Il 18 novembre match contro Tyler

Signani Il 18 novembre match contro Tyler

Nuovo incontro per Matteo Signani, il campione Europeo di boxe dei pesi medi. Avrà luogo in Inghilterra sabato 18 novembre. Un incontro che arriva dopo l’inaspettato colpo di scena per Matteo, il pugile originario di Savignano sul Rubicone e residente a Longiano, che il 28 marzo era arrivato a Londra per disputare, sabato sera 1 aprile l’incontro dove avrebbe messo in palio il suo titolo di campione europeo dei pesi medi contro l’inglese Felix Cash. L’incontro invece è stato annullato perchè Felix Cash aveva dato forfait all’ultimo minuto, per cui l’1 aprile non sarebbe stato in grado di affrontare l’incontro alla grande e prestigiosa O2 Arena di Londra, e così c’è stato l’annullamento che ha lasciato chiaramente una grandissima delusione in Matteo Signani e in tutto il suo staff che era già mentalmente pronto e determinato per il combattimento contro il pugile britannico.

Signani, contro chi combatterà il 18 novembre?

"Combatterò contro il pugile Danny Tyler, un campione inglese".

Sarà un incontro normale oppure metterà in palio il suo titolo?

"Sarà un match nel quale metterò in palio il mio titolo europeo dei pesi medi".

In quale città avverrà l’incontro?

"Sarà sempre in Inghilterra ma nella cttà di Wolverhampton". Ci può dare una descrizione del suo avversario?

"Tyler Danny è un pugile mancino, un avversario tecnico, ma anche molto scaltro e veloce, uno capace di boxare sia in attacco che in difesa, un osso davvero molto duro. Lo rispetto, ma quel giorno sarò spietato".

A che punto è la preparazione?

"Ancora c’è tempo. Siamo in piena preparazione infatti mancano quasi due mesi alla data del match. Però per sabato 18 novembre sarò pronto, più pronto di sempre".

E’ vero che non ha voluto aspettare il mondiale perchè c’era troppo tempo d’attendere?

"Sì. Ora è capitato questo nuovo match e, per evitare di aspettare troppo, ho deciso di combattere. Poi si vedrà".

Dove si svolgono i suoi allenamenti?

"Gli allenamenti vengono fatti cinque volte alla settimana a Ravenna, e altrettanti si svolgono al Seven Sporting club di Savignano, presso la palestra Nello Carabini Italica boxe, ogni giorno sotto l’attenzione del coach Bartolomeo Meo Gordini, del trainer Fabrizio Del Vecchio Gregori e di tutto lo staff che ci aiuta nella preparazione: il preparatore atletico Nicola Zignani, il trainer Riccardo Di Leonardo, gli osteopati Filippo Saulle e Simone Vincenzi e il dottore Andrea Del Seppia".

Lei ha 44 anni. Come si sente a salire sul ring a questa età?

"Posso dire con assoluta certezza che sto bene e che mi sento molto bene. Gli esami e le analisi fatte sono perfette come dicono i medici. La voglia c’è, anzi è aumentata e il Giaguaro non molla".

Matteo Signani, soprannominato Giaguaro, nella sua lunga carriera ha iniziato a fare boxe come dilettante a 15 anni e ha disputato 41 incontri da professionista, con un carnet fatto di 32 vittorie, 6 sconfitte e 3 pareggi. Il Giaguaro è sottocapo della Guardia Costiera di Rimini addetto alla sezione Polizia Marittima dove ogni giorno presta servizio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su