Tiro a segno Weekend goliardico. In 27 in gara al poligono. Bersaglio insolito, un prosciutto

Il poligono di tiro di Ravenna ha ospitato una gara di tiro al prosciutto divisa in avancarica e retrocarica, con 27 partecipanti e la Fortuna a giocare un ruolo chiave. I vincitori sono stati premiati dal presidente del TSN.

19 giugno 2024
Tiro a segno Weekend goliardico. In 27 in gara al poligono. Bersaglio insolito, un prosciutto

Tiro a segno Weekend goliardico. In 27 in gara al poligono. Bersaglio insolito, un prosciutto

Il poligono di tiro di Ravenna ha vissuto un week end all’insegna della goliardia con la gara di tiro al prosciutto. Una competizione che consiste nel nel colpire e recidere, nel minor tempo possibile, il filo di spago che sorregge un simulacro del celeberrimo salume. La competizione era divisa in due specialità: avancarica e retrocarica. Si sono succeduti complessivamente 27 tiratori, che si sono cimentati anche con più tentativi. La gara è stata molto divertente, anche perché un ruolo importante lo ha avuto la Fortuna, decisa più determinante in questa competizione dell’abilità al tiro. Per l’avancarica solo tre atleti sono riusciti nell’intento: Dario Cortini, Lorenzo Filipponi e Giuliano Sacrato. Per la retrocarica invece sono riusciti a colpire e spezzare il filo in sedici: sul podio sono saliti Giuliano Sacrato, che ha fatto così il bis di successi, Luca Corsi e Alessandro Rossetti. Al termine, il presidente del TSN Ivo Angelini ha premiato i primi tre classificati di ogni specialità.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su