Basket: la curiosità. La squadra di Kaukenas giocherà le partite ‘casalinghe’ a… Dubai

I ‘BC Wolves’ hanno come presidente Rimas e come ‘stelle’ i gemelli Lavrinovic. .

16 settembre 2023
La squadra di Kaukenas giocherà le partite ‘casalinghe’ a… Dubai

La squadra di Kaukenas giocherà le partite ‘casalinghe’ a… Dubai

Una mossa che sta facendo scalpore e che potrebbe aprire a nuovi, inediti, scenari per quel che riguarda il futuro competitivo del basket europeo. I ‘BC Wolves’, squadra lituana che annovera come presidente Rimas Kaukenas e come ‘stelle’ i gemelli Lavrinovic, ha infatti deciso di giocare le partite ‘casalinghe’ niente meno che a…Dubai. L’annuncio è arrivato sia da parte del club di Vilnius - fondato nell’estate del 2022 proprio dagli ex Pallacanestro Reggiana - che da parte dei canali ufficiali ‘Dubai Sports Council’ che hanno pubblicato sui social un video in cui viene illustrata l’accoglienza riservata a una delegazione dei Wolves, composta dal proprietario Gediminas Ziemelis (residente proprio a Dubai), dal presidente Rimas Kaukenas e dagli ‘ambassador’ Ksistof e Darjus Lavrinovic, accompagnata da questo annuncio: ‘Dubai sarà il quartier generale per le partite della squadra lituana ‘BC Wolves’ nella European Basketball League. Dubai diventerà inoltre anche il quartier generale del club che è considerato come uno dei migliori in Lituania e in Europa’. La rivoluzione sta soprattutto nel fatto che la squadra parteciperà all’EuroCup (manifestazione organizzata da Euroleague) e in molti vedono quindi in questo ‘decentramento’ un primo passo verso l’apertura ad altri club arabi anche da parte dell’Eurolega, intesa come manifestazione oltre che come organizzazione. Vedremo se sarà davvero così, ma la scelta fatta dagli ex biancorossi Kaukenas e Lavrinovic ha il sapore del cambiamento totale e la notizia sta facendo il giro del mondo assieme alle immagini dei campioni lituani che si stanno calando in questa nuova realtà. Un contesto ovviamente molto lontano - per usi, costumi e tradizioni - a quello di casa e che fa quasi impressione. Le intenzioni però sembrano molto serie e quando si muovono campioni di questo calibro, molto spesso significa che ci sono milioni di buoni motivi per farlo. Dopo il calcio siamo di fronte a una ‘svolta araba’ anche nel basket?

Francesco Pioppi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su