Basket serie B: Cecchetti e compagni avanti nettamente per trenta minuti, poi il black out. Ferrara crolla nell’ultimo quarto e getta alle ortiche una vittoria

Ferrara Basket crolla nel finale e perde in trasferta contro Foppiani Fidenza: un parziale di 26-4 nel quarto periodo ribalta la sfida e regala i due punti ai padroni di casa. Una brutta botta per i biancazzurri, che gettano alle ortiche quanto di buono fatto vedere per tre quarti.

2 novembre 2023
Ferrara crolla nell’ultimo quarto e getta alle ortiche una vittoria

Ferrara crolla nell’ultimo quarto e getta alle ortiche una vittoria

foppiani fidenza

79

ferrara basket

70

FOPPIANI : Galli 16, Cortese, Restelli 11, Ramponi 2, Scattolin 9, Beltadze, Valdo 14, Mane, Bellini 9, Pezzani, Doumbia, Markovic 18. All. Bizzozi.

FERRARA BASKET: Bellini ne, Romondia ne, Cattani 3, Drigo 6, Kuvekalovic 10, Porfilio 10, Yarbanga 3, Cecchetti 15, Jovanovic ne, Ballabio 10, Marchini 13. All. Furlani.

Parziali: 19-21; 34-46; 51-61.

Ha dell’incredibile quanto successo ieri a Fidenza: avanti 53-66 a 7’ dalla fine, Ferrara subisce un break di 26-4 nell’ultimo quarto e consegna i due punti ai padroni di casa, dopo aver convinto per trenta minuti. Un harakiri vero e proprio da parte della truppa di Furlani, che getta alle ortiche quanto di buono fatto vedere per tre quarti con degli ultimi possessi davvero da dimenticare. Una brutta botta, difficile da digerire, per una squadra che ancora una volta si è sfaldata nel momento clou della gara, e che non riesce a sfatare il tabù trasferta. Clamoroso avvio di Ferrara, che segna subito tre canestri dai 6,75 con Cecchetti e Drigo e vola sul +9 dopo tre minuti, ma Fidenza si sistema e risponde con Markovic e Bellini (7-11). Tre su tre dall’arco per Cecchetti, inaspettatamente un fattore dalla lunga distanza, mentre nella propria metà campo Ferrara comincia già a soffrire nella lotta a rimbalzo, concedendo un’enormità di secondi possessi alla Fulgor. Marchini è una sentenza dalla media, Ballabio lo imita e Ferrara vola di nuovo sul 23-32, forte di un attacco davvero in ritmo nonostante una difesa a tratti ancora balbettante.

Due triple in fila dello stesso Marchini trascinano i biancazzurri fino al +13, ma Fidenza è brava ad attaccare l’area e a limitare i danni, prima di un nuovo allungo estense sul finire del secondo quarto (34-46). La Fulgor, come preventivabile, rientra dagli spogliatoi col sangue agli occhi, e al 25’ è 47-53 prima della tripla scaccia fantasmi di Kuvekalovic che riporta Ferrara sul +9. Gli estensi reggono l’urto e con cinque punti consecutivi di Porfilio riguadagnano la doppia cifra di vantaggio sul 49-61. Yarbanga è ancora una volta fondamentale in difesa, sporca tutte le linee di passaggio di Fidenza e Ferrara allunga sul +13 al 32’, appoggiandosi anche al solito gancio di Cecchetti (53-66). Quando la partita sembra indirizzata, però, i biancazzurri si spengono incredibilmente e subiscono un parziale di 26-4 che nel giro di cinque minuti ribalta completamente la sfida. Incredulità e tanta amarezza per ciò che Ferrara ha gettato nel cestino negli ultimi possessi, buttando al vento due punti che erano quasi in saccoccia.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su