Basket serie B. Ferrara Basket in crescita aspettando esami più difficili

7 novembre 2023
Ferrara Basket in crescita aspettando esami più difficili

Ferrara Basket in crescita aspettando esami più difficili

Nessuna scoria mentale, bensì la voglia di ripartire e di lasciarsi indietro il brutto tonfo di Fidenza, mantenendo imbattuto il fortino Bondi Arena che fin qui si è dimostrato un vero e proprio fattore. E’ una Ferrara Basket dalle due facce, tanto convincente in casa quanto deludente in trasferta, perlomeno nei risultati: quattro successi su quattro in Piazzale Atleti Azzurri d’Italia, tre ko su tre lontano dalle mura amiche. Ma anche nelle prestazioni la truppa di Furlani ha quasi sempre convinto nel proprio impianto, malgrado alcuni passaggi a vuoto soprattutto sul piano difensivo, alternati però a un gioco offensivo a tratti davvero frizzante: pure con Cernusco i biancazzurri, soprattutto nei primi due quarti, hanno prodotto tantissimo, segnando 55 punti in venti minuti ed esibendo un Kuvekalovic extra lusso. Per il serbo, vero mattatore della gara coi lombardi, una prova da 27 punti, 5 rimbalzi e 5 assist, tirando col 75% da due e l’83% da tre: l’impressione è che dopo un inizio appannato, l’ex giocatore di Bologna Basket stia piano piano entrando sempre più nei meccanismi del gioco estense, diventando quel finalizzatore che Ferrara aspettava di vedere da diverse settimane (nella foto Ballabio).

Già con Pizzighettone e a tratti con Fidenza, Borko era sembrato in evidente crescita, e per i biancazzurri sarà fondamentale d’ora in avanti il suo apporto, a maggior ragione con una rotazione non ampissima nel suo ruolo. Senza Marchini, ai box precauzionalmente per non sovraccaricare la fastidiosa fascite plantare che lo condiziona da alcune settimane, coach Furlani ha dato ampio spazio a Porfilio e al baby Romondia, in campo per 20 minuti dopo che nell’ultimo periodo non aveva trovato molto spazio.

Il giovane prospetto della Vis ha risposto presente, dimostrando di poter recitare un ruolo importante da "gregario" soprattutto nelle gare con avversari sulla carta abbordabili, come potrà essere l’Olimpia Castello domenica prossima.

E sul fronte classifica, la graduatoria si è ulteriormente accorciata dopo l’ultimo turno, considerati i ko di Sangiorgese (67-73 contro Piadena) e Fidenza (75-80 contro Pizzighettone): dopo sette giornate è già piena bagarre nei primi posti, con la Sangiorgese capolista a quota 12, a ruota Fidenza e Bologna Basket con 10, e un terzetto a 8 formato da Ferrara, Piadena e Pizzighettone.

Il prossimo fine settimana è in programma lo scontro al vertice tra Bologna e Sangiorgese, coi biancazzurri che potrebbero ancor di più accorciare dalla vetta battendo l’Olimpia Castello.

Jacopo Cavallini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su