Basket Serie C. E’ il giorno del big match Prato-Costone. Riccardini è ottimista: "Siamo pronti. Noi bene sia livello fisico che mentale»

La partita Prato-Costone mette di fronte le due favorite della vigilia, entrambe ambiziose sul mercato estivo. Il vicecoach Riccardini presenta l'incontro come una tappa del percorso, consapevole della forza degli avversari. Uno scontro tra titani, dove la maturità della squadra si misurerà nella capacità di giocare senza paura.

19 novembre 2023

È forse la partita più attesa dell’anno o, almeno, della prima fase di campionato. Prato-Costone mette di fronte le due grandi favorite della vigilia e le due società che si sono mosse con maggiore ambizione sul mercato estivo. "È un’altra tappa del nostro percorso. Sappiamo della forza degli avversari, ma il nostro compito è quello di scendere in campo per fare sempre del nostro meglio". Così Riccardo Riccardini, vicecoach di Tozzi (nella foto), presentando la partita del PalaToscanini di Prato (palla a due alle ore 18, Posarelli di Grosseto e Putaggio di Firenze gli arbitri dell’incontro). "Prato è una squadra che già lo scorso anno aveva fatto vedere le proprie qualità – ha detto ancora Riccardini -, mancando la promozione solo ai play-off. E quest’anno è partita per riprovarci. La squadra sta bene – aggiunge il tecnico costoniano –, sia a livello fisico che mentale. La nostra forza, oggi, è proprio questa: la serenità e la consapevolezza con cui riusciamo a calcare il parquet domenica dopo domenica. Nelle ultime partite siamo riusciti a sfruttare la difesa come la nostra migliore arma, ed è da qui che si parte in ogni match". A livello di risultati il Costone è reduce da 5 vittorie consecutive ed attraversa quindi un momento di grande fiducia. Dall’altra parte c’è però una Prato ferita, reduce dalla sconfitta a Montevarchi cui era arrivata, nella settimana precedente, dal rinvio del match interno con San Vincenzo e dalle difficoltà per non riuscire ad allenarsi con continuità a causa dell’alluvione che ha colpito la città. Ciò nonostante i lanieri sono forse l’avversario più quotato di tutta la Serie C, al pari del Costone e di poche altre contendenti. La partita è di fatto uno scontro tra titani, se si guarda ai roster che compongono le due squadre. "Dovremo andare in campo senza aver paura di nulla – conclude la sua presentazione Riccardo Riccardini –. Il livello di maturità di una squadra si valuta anche da questo, dal riuscire a giocarsela senza guardare a chi si ha di fronte. Ed è quello che dobbiamo fare a Prato".

AF

Continua a leggere tutte le notizie di sport su