Blacks e OraSì, oggi non si può sbagliare

Serie B Faenza vuole recuperare terreno fuori casa contro Imola. Ravenna se la vedrà con Fabriano, seconda in classifica .

5 novembre 2023
Blacks e OraSì, oggi non si può sbagliare

Blacks e OraSì, oggi non si può sbagliare

Il calendario non è tenero con l’OraSì poiché ha messo sulla strada dei giallorossi due delle prime quattro della classifica a distanza di pochi giorni l’una dall’altra. Dopo la sconfitta patita a Ruvo di Puglia contro la capolista, la truppa di coach Bernardi è chiamata ad affrontare la seconda. Lo scenario sarà quello del PalaCosta di Ravenna, alle 18; l’avversario è la Ristopro Fabriano e l’OraSì si augura che l’epilogo sia come i tre precedenti giocati da queste parti. Tuttavia non sarà facile poiché la formazione allenata da Federico Grandi ha un buon record nelle partite in trasferta con 2 successi su 3. Inoltre da qualche settimana sembra aver trovato continuità e viene da due larghi successi ottenuti a spese di Faenza e Virtus Imola. Tra le squadre migliori a rimbalzo, la Ristopro mette in campo un attacco fluido in grado di segnare tanto e con alte percentuali, frutto anche della notevole esperienza del suo quintetto. Il play quarantenne Stanic è il fulcro del gioco, ma altri due ultratrentenni spiccano tra le bocche da fuoco marchigiane: l’ala croata Granic e la guardia Centanni. Sotto le plance si muove l’ex Lugo Alberto Bedin il quale, in coppia con Granic, è in grado di garantire oltre 16 rimbalzi per gara ai suoi.

Da parte sua l’OraSì è ben determinata a dare un seguito al bel primo tempo di Ruvo, ma soprattutto al filotto di successi che la vede sempre vincente sul parquet del PalaCosta. "Sarà fondamentale avere una lettura della partita intelligente e rispettare il piano gara – commenta coach Bernardi –. Ripartiamo dai primi due quarti contro Ruvo dove abbiamo girato la palla perfettamente e abbiamo letto le situazioni giocando con equilibrio. Dobbiamo cercare di portare il livello del nostro gioco a quei livelli con maggiore continuità". Bernardi ha ben chiari i pericoli dei marchigiani. "Tutto parte da Stanic, un giocatore bravissimo, un playmaker vecchio stampo che mette in ritmo i compagni, ma sa anche realizzare. Bisognerà marcarlo bene perché da lui parte tutto. Centanni e Granic rappresentano altri due grossi pericoli sia per percentuali che per esperienza". Stefano Pece

Continua a leggere tutte le notizie di sport su