Con Reggio tutto in salita La Sella regge due tempi

Sfida impari contro l’Unahotels, formazione di serie A, che vince largamente. Per Cento quattro giocatori in doppia cifra, mercoledì test con la Virtus.

3 settembre 2023
Con Reggio tutto in salita  La Sella regge due tempi

Con Reggio tutto in salita La Sella regge due tempi

unahotel reggio e.

100

sella cento

64

UNAHOTELS: Weber 15, Sujanovic, Cipolla 2, Hervey 8, Galloway 19, Faye 8, Smith 9, Uglietti, Atkins 10, Vitali 12, Grant 12, Chillo 5. All.: Priftis

SELLA CENTO: Mussini 11, Bruttini 4, Sabin 12, Kuuba 2, Palumbo 6, Bucciol, Bocevski, Toscano 3, Archie 10, Moreno 2, Benvenuti 14. All.: Mecacci

Arbitri: Michele Centonza, Fabio Bonotto, Daniele Calella

Parziali: 29-23, 53-37, 75-48

Prima uscita all’insegna dello spettacolo per l’Unahotels targata Dimitris Priftis. I biancorossi hanno nettamente superato la Sella Cento, squadra di A2, dell’ex Federico Mussini, ma al di là dell’esito finale, pur positivo, quello che è piaciuto è stato l’atteggiamento della truppa reggiana: motivato, aggressivo, emotivamente coeso. E pure il fatto che quello che si aspettava lo staff tecnico alla vigilia è stato messo in mostra: attacco ad alti ritmi, grinta difensiva, adeguata circolazione di palla e tanti palloni fatti perdere agli avversari. Da evidenziare alcune note individuali: Hervey ha fatto vedere che il suo range offensivo è quasi infinito; il fuoriclasse Nba Galloway è apparso già calato nella parte per il basket Fiba, Smith ha espresso sprazzi del suo altissimo q.i. cestistico, il giovane Faye si è ben disimpegnato sia di mazza che di fioretto. Per quanto riguarda la cronaca il match, in un PalaGiovannelli gremito e caldo per l’evento, parte con 10’ di ritardo per via del guasto al pullman che ha costretto la squadra centese a uno stop imprevisto nella galleria di Cà del Merlo. L’Unahotels fa subito viaggiare molto veloce la palla: c’è spettacolo in fase offensiva ma meno efficienza in retroguardia. In avvio di secondo quarto i padroni di casa provano ancora a scappare via sospinti dalla "verve" di Weber e dalla precisione di Smith: 43-29. Bottino che i reggiani incrementano sul finale. Al ritorno dalla pausa lunga si assiste alla partenza fulminea di Reggio: 10-0 di parziale, 63-37 sul tabellone. Il netto vantaggio viene poi incrementato ulteriormente e all’ultima frazione si arriva con Vitali e compagni sul +27.

Gabriele Gallo

Continua a leggere tutte le notizie di sport su