Ferrara stavolta la vince in difesa. Dieci minuti per ribaltare Castello

Basket serie B: sotto di 8 a inizio ripresa, un parziale di 34-17 gira completamente la partita di Drigo e soci

13 novembre 2023
Ferrara stavolta la vince in difesa. Dieci minuti per ribaltare Castello

Ferrara stavolta la vince in difesa. Dieci minuti per ribaltare Castello

ferrara basket

99

olimpia castello

88

BASKET: Ballabio 15, Marchini 11, Kuvekalovic 20, Drigo 19, Cecchetti 19, Romondia, Porfilio 10, Yarbanga 2, Cattani 3, Bellini ne. All. Furlani

OLIMPIA CASTELLO: Dieng 10, Costantini 5, Gianninoni 15, Salsini 19, Zhytaryuk 14, Galletti 3, Masrè 2, Grotti 3, Adeola 17, Zanetti. All. Giordani

Arbitri: Alessi e Moratti

Parziali: 24-18, 42-48, 76-65

Due tempi per prendere le misure a un’Olimpia Castello ben messa in campo da coach Giordani con l’innesto prezioso di Dieng, e poi la svolta che, udite udite, arriva dalla difesa, spesso il tallone d’Achille di questa Ferrara Basket. Proprio così, perchè dopo un secondo parziale con 30 punti subiti e il -6 all’intervallo, i ragazzi di Furlani cambiano marcia e sciorinano un terzo parziale da squadra vera, con intensità in difesa e canestri di talento e personalità, cavalcando Drigo e Kuvekalovic.

Risultato? Un 34-17 nettissimo, che permette a Ballabio e compagni di gestire l’ultimo quarto ed anche l’ultimo rientro dei castellani senza eccessivi patemi.

Pronti via e Dieng si presenta con 4 punti e il vantaggio ospite (6-11), subito cancellato dai primi cesti di un Kuvekalovic molto ispirato, per il +6 dopo i primi dieci minuti.

Entra Cattani e l’impatto è subito positivo, con un assist per la tripla di Drigo e un canestro da sotto: la squadra di Furlani sembra già in rampa di lancio sul 33-25, ma un paio di black out difensivi tengono in equilibrio il match, e anzi l’impatto dell’altro colored, Adeola, produce il sorpasso ospite e addirittura il +6 all’intervallo con un punteggio altissimo: 42-48.

Troppi, decisamente, anche per una squadra che ha sempre 90 punti nelle mani in questa categoria. Così, dopo la pausa e l’immediato più otto castellano, arriva la riscossa estense.

Il parziale di 8-0 è immediato e impatta il match, sulle ali di Cecchetti e con i ritmi alti tenuti da Ballabio. Drigo insacca la sua quinta tripla, Kuvekalovic mette nove punti nel solo terzo quarto, con una tripla siderale e il parziale si dilata sempre di più, dal 21-4 al 34-11, prima che un mini 6-0 dell’Olimpia riporti la squadra di Giordani a meno undici (76-65) alla terza sirena.

La partita emotivamente è già girata, l’ultimo quarto resta aperto (anche 86-80 al 36’), ma Drigo e compagni non rischiano mai e fanno sempre la cosa giusta al momento giusto, con un ritrovato Marchini e un Ballabio che prende le redini della squadra e la chiude al momento giusto.

Ora due trasferta di fila in Lombardia, per rompere il tabù lontano da casa e dimostrare di essere davvero da corsa in questo campionato.

Mauro Paterlini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su